Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraAnce Pescara, Sciarra: trattiamo per far scomparire gli odiosi Studi di Settore

Ance Pescara, Sciarra: trattiamo per far scomparire gli odiosi Studi di Settore

La Commissione degli Esperti per gli Studi di Settore della quale fa parte l’ANCE si è riunita oggi in seduta comune con il Ministero dell’Economia e Finanze e l’Agenzia delle Entrate per dare vita ad un sistema sostitutivo degli Studi di Settore, marchingegno perverso che – in sintesi – condanna a pagare le tasse anche su quello che non si è mai fatturato e ricavato.

L’accertamento presuntivo sul quale si fonda il sistema attuale sarà sostituito dall’indice di affidabilità.

Presidente Sciarra, di cosa si tratta?

L’intenzione di quello che, in realtà e per il momento, è un progetto in fase sperimentale, è far scomparire il meccanismo odioso della presunzione di fatturato sostituendolo con l’ indice di affidabilità/compliance. Il nuovo strumento, infatti, è stato ideato per superare la logica dell’accertamento presuntivo, per il quale oggi non è possibile tenere conto degli scostamenti tra i ricavi reali dichiarati e quelli invece stimati dallo Studio di Settore.

Un’inversione di tendenza nel rapporto fisco/contribuenti: un miracolo.

Bè si, stante il verticalismo tipicamente europeo e specificatamente italiano tra P.A. e cittadino… effettivamente si segnerebbe una inversione storica.

In pratica con l’adeguamento spontaneo ciascuna impresa dovrebbe riuscire a costruirsi una sorta di REPUTAZIONE FISCALE – di “affidabilità” per usare il linguaggio tecnico: diverse forme di premialità incentiveranno ciascun contribuente.

E a chi non paga le tasse perché dovrebbe interessare la premialità fiscale?

Perché nel nuovo sistema è prevista anche l’esclusione da alcuni tipi di accertamento ed una riduzione del periodo di accertabilità: sappiamo tutti quanto sia gravoso subire un accertamento pur avendo tutto perfettamente in regola. Quando in un’azienda c’è un accertamento in corso si ferma la produzione e qualsiasi attività: per forza maggiore, non perché ci sia stata alcuna elusione da ricoprire, è un’attività di per sé faticosa ed impegnativa che impedisce la produzione di alcunché.

Come funziona?

Il nuovo strumento ha un meccanismo che funziona per indici che vanno da 1 a 10: più sarà elevato il valore dell’indice raggiunto dal contribuente, più questi avrà diritto al riconoscimento di vantaggi.

Il grado di affidabilità sintetizza il valore dei seguenti indicatori: valore aggiunto, reddito e ricavi per addetto; costi residuali di gestione sui ricavi, durata delle scorte; costo del venduto e valore dei beni strumentali per addetto.

Chiaramente il tutto è parametrato e differenziato in funzione dello specifico settore produttivo e del territorio di appartenenza.

A che punto sono le trattative?

La fase di sperimentazione coinvolgerà dapprima alcune professioni e piccole categorie produttive, poi interesserà tutti i settori economici, ivi compreso quello delle costruzioni.

Print Friendly, PDF & Email