Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoANCE PESCARA. SCIARRA: “CON ECOBONUS E SISMABONUS DELRIO PROMETTE DI CAMBIARE LA STORIA DEL PAESE”

ANCE PESCARA. SCIARRA: “CON ECOBONUS E SISMABONUS DELRIO PROMETTE DI CAMBIARE LA STORIA DEL PAESE”

“Se facciamo decollare queste misure cambiamo la storia del Paese”.
Lo ha detto ieri il ministro Delrio a “Ecobonus e sismabonus, la grande occasione per la sicurezza e l’efficienza energetica della casa” organizzato dal’Ance con i vertici istituzionali.
E ha annunciando il miglioramento dei bonus con UN GRANDE PIANO DI MANUTENZIONE E RIQUALIFICAZIONE già nella PROSSIMA LEGGE DI BILANCIO. Ad ascoltarlo c’erano il Presidente Ance Giuliano Campana, il viceministro dell’Economia Enrico Morando, il capo dipartimento di Casa Italia, Roberto Marino, il presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, il presidente del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, Massimo Sessa, i professionisti, i rappresentanti della proprietà edilizia, le società di ingegneria, il mondo dell’ambientalismo e gli amministratori di condominio.

Tra le novità, una TOTALE DETRAIBILITÀ della DIAGNOSI SISMICA degli edifici e la massima detrazione per interventi di messa in sicurezza antisismica e efficientamento energetico degli edifici: misure improcrastinabili in un paese dove il 75% degli edifici risale a prima delle norme sismiche. Ad oggi, invece, la CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO NON È RITENUTA RILEVANTE perché la diagnosi sismica è detraibile solo se contestuale al lavoro di adeguamento o miglioramento antisismico e, se un proprietario vuole conoscere il livello di rischio del suo immobile ma non esegue i lavori, non ha diritto a nessuna agevolazione.

Qualche correttivo anche per chi non ha tasse da scaricare: CEDERE IL CREDITO proprio ad altri intermediari finanziari e unire sempre di più il bonus energetico a quello sismico in maniera da fare unici cantieri nei condomìni.
Per l’Ecobonus arriverà un AMPLIAMENTO DELLA DETRAZIONE: dal 65% questa passerà ad ALIQUOTE VARIABILI commisurate agli obiettivi di risparmio energetico ottenuto, e si estenderà ai LAVORI SU GIARDINI CONDOMINIALI, BALCONI E RIMOZIONE DELL’AMIANTO DAI TETTI.
Un passo decisivo sugli 11 MLN di EDIFICI A RISCHIO SISMICO, sarà invece la detrazione Irpef del 75-85% del prezzo di vendita, fino ad un massimo di 96.000 euro: le imprese che ACQUISTANO CASE ANTISISMICHE nelle zone più a rischio e che avranno eseguito esse stesse interventi di demolizione e ricostruzione potranno vendere gli immobili realizzati.

Sul tavolo delle trattative restano LE ALTRE RICHIESTE ANCE: proroga fino al 2020 della detrazione Irpef del 50% dell’Iva sull’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B e proroga fino al 2021 della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica eseguiti sugli edifici esistenti; estensione del sismabonus per l’acquisto di case antisismiche (oggi riconosciuto solo nelle zone 1) alle zone sismiche 2 e 3 e agli edifici produttivi; estensione del sismabonus ai capannoni industriali.

Marco Sciarra
Presidente Ance Pescara

 

Print Friendly, PDF & Email