Ultime Notizie
HomeNews AnceAnce Pescara. Sciarra, deroghe agli standard urbanistici: urgente intervento del Parlamento

Ance Pescara. Sciarra, deroghe agli standard urbanistici: urgente intervento del Parlamento

“Ad oggi la riqualificazione urbana sul patrimonio edilizio, finalizzata anche al contenimento del consumo di suolo, è di fatto impossibile in quanto la realizzazione degli interventi sull’esistente nonché la demolizione e
ricostruzione si scontrano con le disposizioni relative agli standard urbanistici contenuti nel DM 2 aprile 1968, n. 1444.”

Lo afferma il Presidente di Ance Pescara Marco Sciarra, che aggiunge: “Quasi sempre il contesto rende difficile il rispetto degli standard del decreto ministeriale, soprattutto per quanto riguarda i limiti di altezza e i distacchi, sia senza che con gli aumenti di volumetria.

Sarebbe opportuno, anzi necessario, un intervento legislativo del Parlamento sulla disciplina della riqualificazione urbana affinché le opere siano realmente fattibili, economicamente sostenibili e attuative del principio di contenimento del consumo di suolo.

Ad oggi, soltanto soltanto 8 regioni (e l’Abruzzo è assente) hanno adottato disposizioni che consentono loro di fissare deroghe stabilite dalla normativa statale quando queste sono giustificate dall’esigenza di soddisfare interessi urbanistici (DPR 6 giugno 2001, n. 380 l’articolo 2-bis).

Il problema, per amore di sintesi e senza citare i ricorsi in Corte costituzionale nonché le sentenze emesse, nasce dalla circostanza per la quale ricorrono problematiche interpretative legate al fatto che le deroghe alla “definizione o revisione di strumenti urbanistici comunque funzionali ad un assetto complessivo e unitario o di specifiche aree territoriali” non recano alcun riferimento espresso agli interventi eseguiti in attuazione dello strumento urbanistico generale.

Un chiarimento legislativo è doveroso se non vogliamo con una mano pianificare la riqualificazione e con l’altra svuotarla al contempo.”

Print Friendly, PDF & Email