Ultime Notizie
HomeChi siamo

Agea è la testata giornalistica di economia riservata agli Imprenditori dell’Abruzzo.

Agea è la Community degli Imprenditori dell’Abruzzo: su Agea gli Imprenditori possono dire, raccontare e condividere cose di cui sono informati, fatti che sono loro capitati, sapere che vogliono diffondere tra gli addetti ai lavori.

E’ l’approdo e il punto di partenza di chi vuole commentare e dire la propria in diretta sulle politiche regionali, sui problemi che insistono sull’attività di impresa ostacolandola, sulle azioni da intraprendere per migliorarla a livello regionale di pianificazione e programmazione territoriale, sulle aspettative, sull’andamento economico.

Burocrazia, costi della politica e della Pubblica Amministrazione, accesso al credito, pagamenti arretrati della P.A., Irpef, tasse e imposte, stanziamenti, fondi non spesi, risorse immobilizzate, concessioni ferme, agevolazioni, marketing territoriale… : un filo diretto con gli altri Imprenditori e con le Istituzioni perché si senta forte e chiara la voce di chi produce.

Su Agea gli Imprenditori possono commentare i fatti e le notizie del giorno.

Da Agea possono divulgare alla stampa e a tutti i mezzi di comunicazione quanto vogliono che la vasta utenza, di Imprenditori e non, sappia sulla propria azienda, sulle difficoltà di essere Imprenditori, su quanto accade o potrebbe accadere nel proprio Territorio.

Con Agea possono far sapere a tutti cosa hanno innovato, brevettato, creato o inventato, a quale avventura hanno preso parte, quali mercati hanno conquistato, quali progetti potrebbero far decollare l’Abruzzo o un suo settore.

Agea scova o crea la notizia per scrivere articoli che pubblica in tempo reale e contestualmente invia alle altre testate, quotidiani, periodici e televisioni.

Agea organizza conferenze stampa ed eventi mirati per l’Impresa, redige comunicati e servizi, esegue servizi di ufficio stampa, realizza periodici di settore e di categoria, ospita presso la propria sede incontri e riunioni, riservati o con la stampa.

Tutto perché “fare impresa” in Abruzzo, prima o poi, non sia più “un’impresa”.