Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzo,export: artigianato a ExpoItalia 2011

Abruzzo,export: artigianato a ExpoItalia 2011

 

L’Abruzzo sbarca a Bruxelles con “ExpoItalia 2011”. Si tratta della piu’ importante manifestazione italiana realizzata in Belgio, negli ultimi trent’anni. L’evento, organizzato dalla Camera di Commercio Belgo-Italiana con il supporto del ministero italiano

dello Sviluppo economico, si svolgera’ al Parc des Espositions dell’Heysel. Nel grande spazio allestito, nove saranno i settori rappresentati: agroalimentare, turismo, cultura, moda, design, artigianato, auto e moto, servizi e tecnologia. ExpoItalia, fiera che si rivolge al pubblico belga ed ai rappresentati della Business community internazionale, e’ una vetrina di prestigio per Regioni, Camere di Commercio, consorzi e imprese che desiderano valorizzare la specificita’ del loro territorio e delle loro produzioni di qualita’. ExpoItalia vedra’ quest’anno la partecipazione di una nutrita schiera di aziende abruzzesi, ben oltre la ventina di espositori presenti all’evento, la maggior parte delle quali e’ inserita nel “sistema Confapi”, grazie all’opera della territoriale API Pescara-Chieti, gruppo AgroAlimentare. La partecipazione delle aziende abruzzesi all’iniziativa, oltre quelle di Api Pescara-Chieti, gruppo Agroalimentare, e’ promossa ed organizzata dalla “Direzione Sviluppo Economico” della Regione Abruzzo e dal “Centro Estero Abruzzo”. A distinguere l’edizione 2011 di ExpoItalia e’ la collaborazione con il Salon de l’Alimentation, l’evento fieristico agroalimentare piu’ famoso del Belgio. Le due fiere si svolgeranno in palazzi espositivi contigui e comunicanti: con un unico biglietto si visiteranno i due Saloni. A fine giugno 2011 il Belgio risultava al sesto posto con 110 milioni di euro, pari ad un incremento del +2,9%, tra i paesi fornitori e all’ottavo posto con 130 milioni di euro, con un + 24,1% tra i paesi clienti dell’Abruzzo. Mezzi di Trasporto, tessile/abbigliamento, agroalimentare e bevande sono nell’ordine i prodotti regionali piu’ esportati in Belgio dall’Abruzzo. Con 16,3 milioni di euro, pari al + 5,1%, il Belgio, a fine 2010, risultava il settimo mercato estero per i prodotti alimentari e le bevande abruzzesi. Nei primi 6 mesi del 2011 l’export ammonta a 8,8 milioni di euro, con un incremento del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2010. Le voci piu’ importanti dell’export del primo semestre 2011, sono: pasta a prodotti da forno con 3,4 milioni di euro, vino e bevande con 3 milioni e il comparto delle carni, con 1.9 milioni di euro. In particolare, a fine 2010, il Belgio risultava il quarto mercato per l’export, con 5,7 milioni di euro, pari ad un incremento del +18%, per il vino abruzzese. Una kermesse importante per il nostro comparto export, in particolare per il settore agroalimentare abruzzese. La pulsatilla di Roccaraso vola a Bruxelles. In occasione dell’Expo Italia 2011, che si svolgera’ al Parc des Expositions du Heysel dal 20 al 23 ottobre, il gioiello realizzato da Franco Coccopalmeri sara’ esposto nella capitale belga insieme a tanti altri prodotti dell’artigianato, dell’industria, della moda, della tecnologia e della gastronomia Made in Italy. Roccaraso, conosciuta ovunque come stazione turistica soprattutto invernale, offre anche prodotti di arte orafa. E la pulsatilla, fiore che cresce sulle alture delle montagne della zona, e’ stata presa a modello di questo particolarissimo gioiello che l’orafo roccolano ha realizzato in occasione dei 100 anni di sci festeggiati a Roccaraso lo scorso anno. Nel gioiello i petali sono realizzati in oro bianco lavorato con la tecnica della filigrana, tipica tradizione orafa abruzzese, mentre i pistilli al centro del fiore sono in oro giallo lavorato con la tecnica dell’intaglio. E cosi’ la pulsatilla d’oro sara’ all’Expo Italia insieme agli oggetti di altri artigiani abruzzesi nell’ambito dell’Ente Mostra di Guardiagrele nell’area espositiva della regione Abruzzo. L’idea di fare della pulsatilla un emblema di Roccaraso fu di Ugo Del Castello, autore di varie pubblicazioni sulla storia di Roccaraso, il quale penso’ a questo fiore come simbolo di cio’ che rinnova e rinvigorisce l’amore, cosi’ come la primavera ogni anno rinnova e perpetua la vita della natura. La pulsatilla e’ ormai divenuta un simbolo per il paese, diventando anche un dolce realizzato dai pasticcieri Claudio D’Arcangelo e Paola Marchetti. Coccopalmeri, titolare dell’omonimo laboratorio nel centro di Roccaraso, esprime tutta la sua gioia per questo lieto evento: “Sono entusiasta, perche’ il nome di Roccaraso sara’ presente a Bruxelles. Ma soprattutto penso al valore simbolico del gioiello, infatti si tratta di una creazione e di un emblema peculiari del nostro territorio e il tutto nasce da una felice collaborazione tra roccolani e per Roccaraso”. A marzo ci saranno i campionati mondiali juniores di sci. Un nuovo appuntamento che dara’ certamente occasione a Coccopalmeri di ideare una nuova creazione da dedicare all’evento: e’ in effetti in corso l’elaborazione della “pulsatilla mondiale”, una creazione di alta gioielleria realizzata interamente con i diamanti.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi