Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaAbruzzo, vino: 3 medaglie, oro a Chardonnay Cantina Tollo

Abruzzo, vino: 3 medaglie, oro a Chardonnay Cantina Tollo

Sono due le medaglie d’argento, assegnate allo Chardonnay Punta di Colle 2008 di Marramiero (Rosciano) e allo Chardonnay Opi 2010 di Farnese Vini (Ortona).
Si annuncia sotto i migliori auspici la presenza dell’Abruzzo a Vinitaly,

 

l’appuntamento fieristico in programma dal 7 all’11 aprile a Verona al quale la nostra regione parteciperà con 80 aziende. Sono stati comunicati infatti questa mattina i risultati del concorso internazionale “Chardonnay du Monde”, la rassegna mondiale dedicata allo Chardonnay, uno dei vini bianchi più prodotti e per questo più conosciuti e apprezzati dai consumatori, svoltosi in Francia e che ha valutato 914 vini provenienti da 38 Paesi.
Un Concorso i cui risultati, in quanto diffusi nel periodo precedente alla fiera di Verona, rappresentano un formidabile richiamo per operatori e giornalisti accreditati a Vinitaly.
Ebbene, nell’edizione 2011 i vini abruzzesi che hanno riportato a casa l’unica medaglia d’oro assegnata all’Italia (tra le 53 assegnate in tutto il mondo) e ben due delle 7 italiane (tra le 187 assegnate).
La medaglia d’oro è andata allo Chardonnay Cretico 2009 di Cantina Tollo, mentre le medaglie d’argento sono state assegnate allo Chardonnay Punta di Colle 2008 di Marramiero (Rosciano) e allo Chardonnay Opi 2010 di Farnese Vini (Ortona).
“Alle aziende premiate vanno le nostre congratulazioni – ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura Mauro Febbo – perché si misurano con successo con le cantine di tutto il mondo sul vino bianco più diffuso. Questi premi confermano il trend che ha visto la nostra regione conquistare medaglie da diversi anni in questo concorso e quindi dimostrano ancora una volta la qualità del nostro territorio come adatto e vocato anche alla coltivazione e alla produzione del più importante vitigno internazionale. Queste medaglie rappresentano un biglietto promozionale importantissimo in previsione del prossimo Vinitaly”.
La produzione del vitigno Chardonnay in Abruzzo avviata con maggiore diffusione a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 si aggira intorno a 727 ettari pari al 2,15% dell’intera superficie coltivata a vite, ed è il vitigno bianco più importante dopo i Trebbiani (d’Abruzzo e toscano, 31%) e al quarto posto dopo il Montepulciano (56%) e Sangiovese (2,96%). Rispetto alla superficie coltivata, lo Chardonnay iscritto e rivendicato come vino Igt è pari a 400 ettari e 40mila ettolitri.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi