Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, turismo: nei parchi un mln di presenze nel 2010

Abruzzo, turismo: nei parchi un mln di presenze nel 2010

Oltre un milione di presenze nel 2010, fatturato per circa 74 milioni di euro e 21mila posti letto disponibili: sono le cifre che emergono dal primo ‘Focus sul sistema dei Parchi Nazionali d’Abruzzò, contenuto nel nono Rapporto Ecotur sul turismo natura. La ricerca sarà presentata il prossimo 14 aprile, nell’ambito dell’Ecotur 2012 che si svolgerà a Chieti. Il Parco che racchiude il maggior numero di comuni, cioè 41, è quello Nazionale del Gran Sasso raccoglie: 37 sono in Abruzzo, due nel Lazio e due nelle Marche. Trentotto i comuni presenti nell’ambito del Parco della Majella, l’unico ad essere interamente su territorio abruzzese. Diciannove, invece, i comuni del Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise, di cui dieci in Abruzzo, sei nel Lazio e tre in Molise. Dei 21mila posti letto totali, il 46% si trova nel Parco della Majella, il 31% nel Pnalm e il 23% in quello del Gran Sasso. La ricettività totale è composta per il 42% da strutture alberghiere e per il 58% da strutture complementari. L’utilizzazione delle strutture ricettive dei parchi abruzzesi è pari al 13% su base annua e al 29,5%, considerando solo i mesi di alta stagione. Nel dettaglio dei singoli Parchi, il 66% delle strutture presenti in quello della Majella sono alberghi e il 34% complementari, mentre nel Pnalm il 54% sono hotel e il 46% strutture complementari. Situazione diversa nel Parco del Gran Sasso: il 52% sono strutture complementari, come campeggi e agriturismi, e il 48% sono alberghi. Le presenze turistiche totali sono pari ad 1.092.230 unità, di cui il 55% nel Parco della Majella, il 30% nel Pnalm e il 15% in quello del Gran Sasso. Il Parco con la maggiore presenza di stranieri (9,7%) è quello del Gran Sasso, seguito dal Pnalm (4,6%), e da quello della Majella (5,8). Per il resto si tratta di turismo locale o nazionale. Il periodo con più affluenza di utenti è quello estivo (luglio-agosto), con una elevata percentuale di stranieri. Numeri positivi anche nei mesi invernali, ma si tratta quasi esclusivamente di turisti italiani. Al fatturato complessivo, pari a 73.970.000 euro, contribuiscono per il 92% i turisti italiani e per l’8% quelli stranieri.

Print Friendly, PDF & Email