Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Turismo e aree interne: oltre 14 milioni per il rilancio delle micro imprese e dei borghi

Abruzzo. Turismo e aree interne: oltre 14 milioni per il rilancio delle micro imprese e dei borghi

La Giunta regionale, su proposta del presidente Luciano D’Alfonso, ha stabilito le modalità di attuazione degli “Interventi di valorizzazione e sviluppo turistico strategico integrato e sostenibile con recupero di borghi di aree interne, rilancio delle micro imprese” sostenuti da risorse PAR FSC pari a 14 milioni 800 mila euro, assegnati con Delibera CIPE n. 26/2016. Nello specifico, la Giunta ha approvato la ripartizione dei fondi disponibili, ai Comuni aderenti alle associazioni abruzzesi dei Borghi denominate “Borghi più belli d’Italia”, “Borghi autentici d’Italia”, “Bandiera Arancione”, “Borghi Ospitali”, nonché i borghi appartenenti all’area di progetto individuata come Area Basso Sangro Trigno per la quale è stata approvata una Convenzione propedeutica alla sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro in attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne. Per quanto riguarda i Borghi più belli d’Italia, i Comuni beneficiari sono Abbateggio, Anversa degli Abruzzi, Bugnara, Caramanico Terme, Castel del Monte, Castelli, Città Sant’Angelo, Civitella del Tronto, Guardiagrele, Introdacqua, Navelli, Opi, Pacentro, Penne, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Pietracamela, Pretoro, Rocca San Giovanni, Santo Stefano di Sessanio, Scanno, Tagliacozzo e Villalago. In relazione, invece, all’elenco dei “Borghi autentici d’Italia”, i Comuni beneficiari sono Aielli, Archi, Barrea, Calascio, Campo di Giove, Capistrello, Cappadocia, Cappelle sul Tavo, Carsoli, Castel di Ieri, Castelvecchio Calvisio, Castelvecchio Subequo, Cerchio, Civitella Roveto, Collarmele, Corfinio, Fallo, Fara San Martino, Goriano Sicoli, Lettopalena, Magliano dei Marsi, Monteferrante, Morino, Moscufo, Perano, Pereto, Pescina, Rocca di Botte, Roseto degli Abruzzi (Montepagano), San Valentino in Abruzzo Citeriore, San Vincenzo Valle Roveto, Sante Marie, Scontrone, Scurcola Marsicana e Silvi. Per i Comuni “Bandiera Arancione”: Civitella Alfedena, Fara San Martino e Lama dei Peligni e per i “Borghi ospitali”: Altino, Arielli, Canosa Sannita, Civitella Messer Raimondo, Fara Filiorum Petri, Fresagrandinaria, Giuliano Teatino, Miglianico, Ripa Teatina, Roccascalegna e Tollo. Infine, per i Comuni del Basso Sangro Trigno: Borrello, Carunchio, Castelguidone, Castiglione Messer Marino, Celenza sul Trigno, Civitaluparella, Colledimacine,, Colle di Mezzo, Fraine, Gamberale, Gessopalena, Lama dei Peligni, Montazzoli, Montebello sul Sangro, Montelapiano, Montenerodomo, Palena, Pennadomo, Pietraferrazzana, Pizzoferrato, Quadri, Roccaspinalveti, Roio del Sangro, Rosello, San Giovanni Lipioni, Schiavi d’Abruzzo, Taranta Peligna, Torrebruna, Torricella Peligna e villa Santa Maria. La Giunta ha, inoltre, stabilito quale limite massimo di finanziamento concedibile a ciascun Comune inserito negli elenchi la somma di 140mila euro. Le opere ammissibili a finanziamento devono ricadere all’interno della perimetrazione del Borgo-Centro storico ed ai fini di un disegno strategico unitario, è stato deciso che il 10% del finanziamento concesso potrà essere utilizzato dai Comuni per la predisposizione del “Piano del centro storico”, così da indurre all’integrazione degli interventi (Pubblico-Privato). E’ stato poi stabilito che le risorse residue disponibili all’esito della ripartizione, nonché le ulteriori economie che si generassero in fase di rendicontazione delle spese ad opera dei comuni inclusi negli elenchi, saranno attribuite, con successivo provvedimento, in favore di iniziative che valorizzino i circuiti regionali del vino e dell’olio capaci di garantire una ricaduta turistico-culturale e strategica sul territorio. Al Servizio “Edilizia Sociale” sono demandati gli adempimenti conseguenti e necessari per attuare la presente deliberazione. Infine, la Giunta ha anche approvato il Protocollo di Intesa per la realizzazione di “Interventi di valorizzazione e sviluppo turistico strategico integrato e sostenibile con recupero di borghi di aree interne, rilancio delle micro imprese”.

Print Friendly, PDF & Email