Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: Gtm, Arpa e Sangritana, rinnovati i vertici per 3 anni!

Abruzzo: Gtm, Arpa e Sangritana, rinnovati i vertici per 3 anni!

Riconfermato sabato scorso il Cda della Gestione Trasporti Metropolitani (Gtm) per i prossimi tre anni con clausola di salvaguardia che, in caso di fusione, vedrà quindi l’annullamento delle nomine che vedono oggi mancanti, nell’ambito della riduzione delle spese, le figure di direttore generale e direttore amministrativo. «La riconferma del Cda che – ha detto il presidente Michele Russo – non è antitetica al progetto di fusione, visto che noi come Gtm da tempo abbiamo iniziato a valutare questa possibilità, confidando però in una fusione che porti ad una razionalizzazione dei costi, con il mantenimento degli stessi standard di servizio». Il presidente Russo ha poi parlato di numeri e cifre, presentando il bilancio 2011. «Abbiamo presentato un bilancio con un utile, seppur marginale, e considerando che in una azienda di servizio pubblico l’obiettivo è quello del pareggio, possiamo ritenerci soddisfatti. Questa è una società – ha detto Michele Russo – che continua a chiudere in utile, aumentando investimenti e in particolare il patrimonio netto che nel 2009 era di 4,2 milioni a fronte dei 4,6 di oggi, nonostante minori contribuzioni da parte della Regione Abruzzo per circa un milione di euro e dopo l’impennata del costo del gasolio. L’utile ante-imposte è stato di 447 mila euro che con l’applicazione dell’Irap – ha concluso Russo – si è ridotto a 1.966 euro». Nella composizione dei costi produttivi il 62% è assorbito dalle spese per il personale, per il 10% da ammortamenti, il 10% dalle spese di gasolio e metano, il 6% dai costi di ricambi e full service, 6% per le assicurazioni, 2% per il global service, lo 0,38% per le spese del Cda, lo 0,16% per il collegio sindacale e lo 0,10% per spese di rappresentanza. Russo ha sottolineato poi l’importanza della riduzione dei costi del personale, passati dagli oltre 16 milioni del 2009 ai 15,2 milioni del 2011, senza fare licenziamenti, ma bloccando il tournover, e attuando una politica di prepensionamenti, esodi anticipati e una riorganizzazione del lavoro in attività. Entro il 2014 tutti i lavoratori part-time (che oggi sono 29) diverranno full-time. Dai 378 lavoratori del 2009, la Gtm conta oggi 362 lavoratori. Il trend viaggiatori è leggermente cresciuto, nonostante i minor chilometri percorsi. Salita anche l’emissione di biglietti e abbonamenti. La flotta mezzi Gtm vede oggi la disponibilità di 140 autobus, di cui 35 a metano. La vetustà dei mezzi conta oggi una media di 8 anni, rispetto ai 13 anni del 2009. Nell’ultimo anno sono stati dismessi oltre 40 mezzi vecchi. Nel 2011 sono stati 5,3 i milioni di chilometri percorsi. La Gtm ha provveduto anche alla riduzione dei contenziosi pregressi, passando dai 12 contenziosi ereditati nel 2009, all’unico contenzioso ancora in atto, con una spesa totale di 357 mila euro. Fra le novità del 2012 figurano l’installazione delle emettitrici di biglietti a bordo integrate con quelle dell’Arpa (Autolinee Regionali Pubbliche Abruzzesi), il potenziamento della flotta bus con altri due mezzi a metano da 18 metri e altri 6 mezzi medi, e l’entrata in funzione presso le fermate di 70 paline informative intelligenti. Previsto entro i primi mesi del 2013 l’entrata in funzione di Filò, la metropolitana leggera che transiterà lungo la Strada Parco. Per il secondo lotto di costruzione della filovia, tra fondi Fas e fondi ministeriali verranno stanziati 30 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email