Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, sviluppo sostenibile: parte il progetto Biennale Habitat

Abruzzo, sviluppo sostenibile: parte il progetto Biennale Habitat

Ha un motore e un cuore abruzzese il progetto “Biennale Habitat” che mira a “creare un “incubatore di conoscenza multidimensionale” del Sistema Adriatico nei territori transfrontalieri sulle tematiche fondamentali dello sviluppo sostenibile. Motore instancabile dell’iniziativa sono quelli dell’architetto pescarese Annika Patregnani, presidente della Biennale Habitat 2012 ha messo insieme una nutrita schiera di partner e un fittissimo programma che portera’ a toccare con dei Forum, tra il prossimo 22 settembre e il maggio del 2013, tredici citta’ adriatiche (Taranto, Bari, Termoli, Pineto, Venezia, Tremiti, Agrigento, Trieste, Ancona, Isola di Capo Rizzuto, Ravenna, Brindisi e Roma) e otto dell’area adriatica (Tirana, Mostar, Pinaro, Dubrovnik, Salonicco, Kotor) con conclusione il 9 maggio dell’anno prossimo a 2013 a Bruxelles grazie all’eurodeputato Gianni Pittella. La tappa abruzzese a Pineto si terra’ il 20 ottobre presso la Villa Filiani, sede dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Testimonial d’eccezione: la poetessa brasiliana Marcia Theophilo, testimonial UNESCO della Biodiversita’ e candidata al Premio Nobel per la Letteratura. La Biennale Habitat 2012 e’ una iniziativa internazionale che promuove la tutela e la valorizzazione dei territori adriatici e ionici nell’ambito dello sviluppo della Macroregione Adriatico Ionica per il rafforzamento degli obiettivi comuni di sviluppo nel contesto programmatico della strategia EUROPA 2020 (crescita intelligente, sostenibile e inclusiva). L’evento della Biennale mette in rete “la Conoscenza del Sistema Adriatico-Jonico” in un evento reale e in un portale web interattivo e dinamico e si svolgera’ in alcune citta’ occidentali e orientali della costa adriatica e ionica coinvolgendo il mondo istituzionale, scientifico, artistico, universitario, tecnico, professionale e imprenditoriale. La manifestazione si struttura su 4 aree di coinvolgimento: (AREA FORUM, AREA EVENTI, AREA ESPOSIZIONI e AREA CONCORSI). L’obiettivo principale vertera’ dunque sulla creazione di un Network permanente di conoscenza e orientamento dei territori transfrontalieri, un “laboratorio di pensiero e di ricerca progressivo, interattivo e dinamico” per lo sviluppo di attivita’ e la divulgazione di progetti rivolti alla tutela, alla valorizzazione e allo sviluppo in chiave sostenibile degli “habitat” sociali, culturali, artistici, scientifici, economici che caratterizzano la scala locale e quella globale in una ricerca di sintesi e di progressiva condivisione di obiettivi strategici. In questa direzione – spiega infine una nota – si intende avviare, a partire dalla Biennale Habitat 2012, una collaborazione attiva e sinergica di azioni, progetti e obiettivi comuni insieme ai governi e alle amministrazioni locali e regionali dei territori costieri occidentali e orientali, con le associazioni e le professioni, in uno spazio di convergenza dialettica e di progettazione condivisa, verso una progressiva, responsabile ed equilibrata gestione integrata delle risorse di questo straordinario Patrimonio comune.

Print Friendly, PDF & Email