Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Regione, approvata variazione di bilancio di 17 milioni di euro

Abruzzo. Regione, approvata variazione di bilancio di 17 milioni di euro

Una variazione di bilancio complessiva da 17 milioni di euro, proposta dall’assessore al Bilancio, Carlo Masci, e’ stata approvata, nella seduta di ieri, dal Consiglio regionale. “Si tratta di una manovra finanziaria che, nonostante la crisi – ha commentato l’assessore Masci – trova nella Regione un punto di riferimento importante ed in grado di dare risposte concrete ad alcuni settori chiave come la cultura, gli operatori del mare, la ricerca e la formazione per circa 8 milioni di euro. Un work in progress equilibrato che ci ha consentito di risolvere, con il buon senso e senza fare un euro di debito – ha continuato – tutte le problematiche che si sono via via presentate. In particolare – ha commentato Masci – abbiamo ridato ossigeno a categorie in affanno come la marineria di Pescara (404 mila euro) ed agli operatori commerciali del porto del capoluogo adriatico (ulteriori 200 mila euro rispetto ai 100 gia’ inseriti in Finanziaria). Siamo, inoltre, riusciti – ha proseguito – a trovare fondi per le Istituzioni e le associazioni culturali presenti sul territorio che lamentavano scarsita’ di risorse per un ammontare di circa 3 milioni 400 mila euro ed abbiamo anche istituito, seconda Regione in Italia dopo l’Emilia Romagna, il fondo unico per i trasporti (132 milioni di fondi statali oltre ad una cinquantina di milioni di risorse regionali). In questo modo – ha sottolineato l’assessore – anche un settore nevralgico per la nostra regione come quello dei trasporti avra’ una unicita’ di gestione e questo ci permettera’ di fare ulteriore chiarezza nei conti, in linea con le azioni di risanamento e semplificazione che abbiamo condotto rispetto alla gestione finanziaria”. Ma c’e’ un’altra operazione finanziaria che l’assessore Masci rivendica con orgoglio. “Mi riferisco – ha chiarito l’assessore – alla sostituzione del mutuo da 200 milioni di euro, acceso nel 2010 presso il Governo, attraverso un’anticipazione di cassa che sarebbe servita per coprire i debiti del 2004, 2005 e 2006, con un nuovo mutuo da 174 milioni di euro e con un tasso di interesse pari alla meta’ di quello accordatoci tre anni fa. Un nuovo mutuo, quindi, che consentira’ alla Regione di risparmiare, in trent’anni, piu’ di 100 milioni di euro. In realta’ – ha spiegato Masci – questa operazione e’ stata possibile proprio perche’ non abbiamo mai utilizzato quei 200 milioni di euro visto che avevamo concordato con il Governo che li avremmo usati solo se ne avessimo avuto realmente bisogno”. Per di piu’, Masci ha sottolineato, come sia stata “risolta postitivamente anche la questione dell’utilizzo dell’avanzo di amministrazione per 9 milioni di euro attraverso la reiscrizione dei residui perenti. Circostanza che aveva determinato l’impugnativa da parte del Governo. Ora, pero’, e’ stata garantita copertura a quelle risorse, pari appunto a 9 milioni di euro, con fondi regionali ed e’ stato eliminato cosi’ il contenzioso con il Governo nazionale”. L’assessore al Bilancio ha ricordato, infine, come “questa variazione abbia anche consentito di rispondere in maniera congrua alle esigenze del personale di alcuni centri di ricerca di rilievo come il Cotir ed il Crab e di enti di formazione come il Ciapi o di realta’ importanti per la zootecnia come l’ARA, l’associazione regionale degli allevatori, creando cosi’ le premesse per rivitalizzare e rilanciare le loro preziose attivita’ svolte nei rispettivi campi”.

BILANCIO: FEBBO, SEGNALI PER ARA, COTIR,CRAB, CIAPI E MARINERIA

“Sono molto soddisfatto per come il Consiglio regionale di ieri abbia dato un chiaro e forte messaggio risolutivo ad alcune situazioni di stallo e a diversi Enti importanti e strategici sia per il comparto agricolo in Abruzzo sia per la marineria di Pescara”. Questo il commento dell’assessore alle Politiche agricole Mauro Febbo, promotore dell’iniziativa, all’indomani dei lavori consiliari svoltisi all’Emiciclo, a L’Aquila. “Infatti, con variazione di Bilancio – spiega – si e’ riusciti, grazie anche al lavoro di tutta la maggioranza consiliare, a sbloccare importanti fondi destinati e realizzare alcuni attesi interventi. Innanzitutto, la variazione di bilancio prevede un finanziamento pari a a 404 mila euro in favore della Marineria di Pescara per gli indennizzi di marzo e aprile per il prolungamento del fermo pesca. A questa somma va aggiunto un ulteriore finanziamento pari a 500 mila euro da destinare ai lavoratori marittimi imbarcati sulle navi da pesca danneggiati dall’insabbiamento del Porto di Pescara e altri 76 mila euro per cassette e assicurazioni”. “Altro passaggio fondamentale – prosegue Febbo -riguarda l’Associazione regionale allevatori (ARA) alla quale saranno destinati fondi per 600 mila euro. Una boccata d’ossigeno arrivera’ anche per il Ciapi al quale sono destinati 550 mila euro. Poi sono stati approvati interventi in favore dell’attivita’ di ricerca: 400 mila euro al Cotir di Vasto e 190 mila al Crab di Avezzano. “In particolare – osserva l’assessore – questi provvedimenti ci permetteranno di sbloccare lo stallo di alcune situazioni urgenti e dare cosi’ delle risposte concrete a tanti lavoratori che da troppo tempo sono senza stipendio”.  “Infine, voglio esprimere apprezzamento e soddisfazione per l’approvazione, della legge sul riordino dei Consorzi di bonifica, che assegna nuovi compiti in materia ambientale a difesa del territorio e delle acque, ad eccezione di quella potabile. La Legge – commenta l’assessore – nello specifico consentira’ ai Consorzi di bonifica di svolgere e di rappresentare ancora meglio gli interessi delle comunita’ di utenti e prospettare soluzioni tecniche all’ente territoriale, che ha la responsabilita’ politica di programmazione degli interventi e di eseguire e gestire le opere ripartendo i costi di funzionamento in rapporto alle utilita’ derivanti per ciascun associato. Una nuova normativa che sostanzialmente permettera’ di offrire piu’ servizi al cittadino e all’agricoltore. Credo che vada sottolineata – conclude Febbo – la valenza di questo intervento che in totale ammonta a circa tre milioni di euro, anche in considerazione della difficile situazione che stiamo attraversando in termini economici e finanziari. Era necessario portare a termine questo percorso in modo da dare un segnale concreto a quanti in questi mesi hanno dovuto affrontare delle difficolta’”. “Da parte nostra – conclude l’assessore – e’ stato fatto tutto il possibile per far fronte a diverse situazioni critiche che non sono stati, e non sono, sottovalutati o dimenticati. L’impegno che avevo preso personalmente, a nome della giunta Chiodi, e’ stato mantenuto e sono certo che in tempi brevissimi riusciremo a dare risposte definitive e/o ancora migliorative”.

Print Friendly, PDF & Email