Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, perfezionare la micronizzazione sismica per evitare la stagnazione del settore edile?

Abruzzo, perfezionare la micronizzazione sismica per evitare la stagnazione del settore edile?

“Puntualizzare alcuni aspetti che rendono difficoltosa la applicazione della Legge Regionale  28/2011, che disciplina la riduzione del rischio sismico e le modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni sismiche soprattutto per snellire le procedure e per salvaguardare le disposizioni attuative dei Piani regolatori  vigenti nei comuni abruzzesi” è la proposta che oggi  il Gruppo Consiliare Abruzzo Civico rivolge alla Regione Abruzzo.
Nella nota si evince chiaramente la volontà di non appesantire la prassi edilizia con ulteriori regole e pratiche burocratiche, ma un aspetto sembra sfuggire completamente ai Consiglieri, ed è il più importante: la mappa di pericolosità della  micronizzazione sismica, ad oggi, è assolutamente inadeguata a perseguire lo scopo di prevenzione poiché si limita ad indicare la sequenza degli eventi sismici degli ultimo 50 anni e trascura, invece, di riportare i terremoti di massima entità che hanno colpito ciascuna area. In parole povere, non avremmo ritenuto l’Emilia Romagna immune da gravi danni sismici se avessimo avuto modo di sapere che in quella regione già si verificò un terremoto devastante nel 1570 e un altro nel 1346 (addirittura di intensità 6/7 e a 20 km dall’epicentro del terremoto 2012!)

continua a leggere
FONTE: www.stanza-antisismica.it

Print Friendly, PDF & Email