Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, le eccellenze dell’artigianato in mostra al Moa Casa di Roma

Abruzzo, le eccellenze dell’artigianato in mostra al Moa Casa di Roma

Torna puntuale, come in ogni autunno, Moa Casa, la manifestazione espositiva che richiama nel nuovo quartiere fieristico della Fiera di Roma artigiani, imprese e professionisti dell’abitare. E come ogni anno, l’Abruzzo parteciperà in grande stile con la presenza di 10 imprese all’interno di uno spazio di oltre 250 mq. coordinate dal Centro Interno delle Camere di Commercio d’Abruzzo.

A richiamare l’attenzione di operatori professionali, architetti e interior designers dal 27 ottobre al 4 novembre sono alcune delle più pregiate manifatture dell’artigianato artistico abruzzese destinate all’arredamento d’interni e di esterni, dagli oggetti in cera alle strutture in ferro battuto, dai profumi per la casa ai tavoli intarsiati, dalle composizioni con i fiori di confetto alle stoviglie in ceramica.

“L’Abruzzo mette in mostra le sue eccellenze che si distinguono per qualità e per l’originalità dei prodotti e delle lavorazioni – spiega il presidente del Centro Interno Silvio Di Lorenzo – e che riguardano l’arredamento e i complementi d’arredo della casa, un settore che ha risentito solo in parte della crisi degli acquisti e che resta tra le tipologie di spesa alle quali gli italiani hanno dimostrato di non voler rinunciare, soprattutto se si tratta di manifatture di alto artigianato artistico, sia che abbiano una forte componente tradizionale, sia che siano il frutto di innovazione di processo o di prodotto”.

All’interno dello stand Abruzzo un particolare spazio è dedicato proprio all’antica tradizione ceramista di Castelli, con i migliori pezzi delle produzioni di circa 50 artigiani delle botteghe del borgo riuniti nel consorzio Centro Ceramico Castellano, mentre tra le altre particolarità regionali di questa edizione della fiera romana, due aziende si distinguono per la particolarità del recupero di lavorazioni ormai dimenticate e che sicuramente rappresentano ulteriori attrazioni dell’intera fiera: ci sono le pregiatissime lavorazioni manuali della Nuova Falegnameria Caravelli di Ulisse e Isabella Ippoliti che a Torricella Sicura realizzano mobili (tavoli, credenze e librerie) che finiscono nelle più belle case di design e che possono a buon diritto considerarsi “pezzi unici”, perché creati con legni pregiati nazionali ed esteri di lunghissima stagionatura, assemblati con metodi di lavorazione che recuperano l’impiego di gommalacca per la lucidatura a tampone, gli incastri a coda di rondine e intarsi originali e personalizzati. E ci sono le strutture in metallo dell’azienda Maiella Ferro Battuto di Casacanditella che, nata tre anni fa per mano di tre soci (Federico Vitacolonna e dei giovani maestri forgiatori Enrico e Simone Mammarella), oggi la vede impegnata in prima fila a soddisfare numerose importanti commesse come quella della fornitura del rifacimento delle cancellate originali e di altre opere nell’ambito del grande restauro dell’anfiteatro Flavio del Colosseo, tutte forgiate a mano e chiodate, dunque senza saldature e senza l’utilizzo di macchine.

Queste le aziende presenti al Moa Casa 2012:
La Nuova Falegnameria Caravelli (Torricella Sicura), Domenico Pecilli (L’Aquila), Di Carlo (Sulmona), Soft Light Lab (Teramo), Profumi d’Ambiente (Picciano), Maiella Ferro Battuto (Casacanditella), Napolione Marina (S. Stefano di Sessanio), Giovannina Tasca (Rapino), e le produzioni di 50 artigiani aderenti al Consorzio Ceramico Castellano (Castelli).

Print Friendly, PDF & Email