Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: invariato rating per Moody’s

Abruzzo: invariato rating per Moody’s

L’agenzia di rating Moody’s, che nei giorni scorsi ha declassato l’Italia insieme a diverse regioni ed enti locali, ha lasciato invariato a «BAA1-» il rating della regione Abruzzo, che nel complesso tra il 2009 e il 2012 ha perso due posizioni contro le quattro perse dal paese. Lo hanno annunciato nel corso di una conferenza stampa il presidente della Regione, Gianni Chiodi, e l’assessore al Bilancio, Carlo Masci.   In particolare, l’Abruzzo fa parte delle sei regioni (Calabria, Campania, Puglia Sardegna e Sicilia) che, negli ultimi tre anni, hanno fatto registrare la perdita inferiore di posizioni, ovvero due punti. Regioni come la Lombardia, la Toscana e il Veneto o le Province autonome di Bolzano e di Trento, ad esempio, hanno perso quattro posizioni, così come l’Italia. L’agenzia di rating, nell’ultimo comunicato, si è soffermata anche sulla caratteristiche positive e negative della regione. Tre i punti di forza: positivi risultati di bilancio (contenimento del deficit annuale, contenimento e controllo delle spese e riduzione dell’indebitamento regionale); utilizzo della leva fiscale per il ripiano del deficit nella sanità; giacenza di cassa adeguata (nessun ricorso ad anticipazioni di cassa presso il Tesoriere e giacenza media pari a circa 269 milioni di euro nel 2010 e 227 milioni nel 2011). Le criticità, secondo l’agenzia, sono: indebitamento ancora rilevante sebbene in progressiva riduzione (debito residuo al 2011 pari a 1.429 milioni di euro, con una riduzione di 250 milioni rispetto al 2008); deficit sanitari pregressi ancora in corso di ripianamento; rigidità della leva fiscale (su Irap e addizionale regionale sono ancora in vigore le aliquote massime previste dalle norme nazionali per il ripiano dei deficit sanitari); sistema economico debole, gravato dagli effetti del sisma del 2009. 

Print Friendly, PDF & Email