Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Inps, in regione grande aumento cassa integrazione e ammortizzatori sociali

Abruzzo. Inps, in regione grande aumento cassa integrazione e ammortizzatori sociali

“C’e’ un grande aumento degli ammortizzatori sociali e purtroppo l’Istituto non e’ stato ancora messo in condizione per i finanziamenti dal Governo ad erogare tutte le prestazioni che gia’ sono concesse fino al mese di dicembre”. Lo ha detto Enrico Paone, presidente del Comitato regionale Inps Abruzzo, a margine della conferenza stampa indetta dall’Ente per la presentazione del Bilancio sociale Inps 2012. “Noi riteniamo comunque – ha aggiunto – che il lavoro sia l’aspetto fondamentale a cui osservare, tenere in stretta considerazione, perche’ e’ chiaro che il bilancio dell’Inps dipende dalla ripresa delle attivita’ lavorative per i contributi per gli interventi fiscali e quindi per la soluzione dei tanti problemi che riguardano anche i lavoratori e i pensionati. L’aumento della cassa integrazione riguarda generalmente tutti i settori per cui quando parliamo del rilancio dell’occupazione dobbiamo dire che prima deve essere riassorbita la questione della cassa integrazione, della mobilita’”. I percettori di Cassa integrazione guadagni (Cig) ammontano a poco piu’ di 15.500 unita’ (14.097 nel 2011): il 35% di essi ha beneficiato di intervento ordinario, il 37,5% di intervento straordinario, il 26,6% di concessione di Cig in deroga. I beneficiari dell’indennita’ di disoccupazione, sempre secondo l’Inps regionale, risultavano nel 2012 in numero di poco piu’ di 36 mila unita’ (30.589 nel 2011) di cui 18.280 pari a circa il 51% in possesso dei requisiti ordinari e 17.751 pari al 49% in possesso di requisiti ridotti. I percettori di indennita’ di mobilita’, infine, sono stati calcolati in numero di 6.742 (6.079 nel 2011). Per la Cassa integrazione nel 2012 sono state autorizzate in Abruzzo poco piu’ di 32 milioni di ore; rispetto al 2011 per la Cig nel suo complesso si registra un incremento delle ore complessive autorizzate pari al 9,2% che ha interessato tutti i settori. Significativi sono gli incrementi per la Cig ordinaria (11.584.487 ore autorizzate pari al + 24,5% rispetto al 2011) che ha interessato in particolare i settori delle attivita’estrattive, dei trasporti e della meccanica. Per la Cig in deroga, a fronte di una complessiva flessione (8.596.214 ore autorizzate pari al -4,1% rispetto al 2011), i settori metallurgico, calzaturiero e dell’installazione impianti per l’edilizia hanno evidenziato un andamento in controtendenza. Per questa specifica prestazione il totale erogato in termini di importo per l’anno 2012 equivale a 30.227.823 euro.

Print Friendly, PDF & Email