Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, imprese: 20mln per confidi, ricerca e servizi

Abruzzo, imprese: 20mln per confidi, ricerca e servizi

Circa venti milioni di euro, di cui 15 milioni per potenziare il sistema dei Confidi, 3,3 per la ricerca ed 856 mila euro per i servizi. È quanto prevedono i tre bandi approvati, nell’ambito dei fondi Por Fesr, dalla Giunta regionale e presentati oggi dall’assessore allo Sviluppo economico e vicepresidente della Regione, Alfredo Castiglione, e dal presidente della Fira (Finanziaria regionale abruzzese), Rocco Micucci. In particolare, il bando da 15 milioni di euro è finalizzato ad incrementare i fondi rischi dei Consorzi fidi e a facilitare la fusione e l’incorporazione. Le risorse, che verranno gestite dalla Fira attraverso un fondo di rotazione, consentiranno di dare risposte concrete alle imprese anche in termini di ristrutturazione del debito e ricapitalizzazione. «Con questo bando – ha commentato Castiglione – si ottiene il duplice effetto di consolidamento patrimoniale degli attori regionali della ‘garanzià da un lato e la possibilità di investire in innovazione e tecnologia dall’altro. I Consorzi fidi, infatti, potranno gestire le risorse solo per quelle aziende che chiederanno garanzie legate a finanziamenti bancari per progetti volti» all’innovazione. «È intenzione della Regione – ha aggiungo l’assessore – allargare la possibilità di utilizzo di tali risorse anche alle aziende che hanno bisogno di garanzie verso il sistema bancario per ottenere liquidità. Le indicazioni dell’Unione europea nel formare le linee guida del bando non lasciano molti spiragli, per cui l’auspicio, anche con l’appoggio di tutte le associazioni di categoria abruzzesi, è che essa ci dia la possibilità di rivedere tali linee guida». Il secondo e il terzo bando riguardano, invece, la ricerca, per cui sono previsti 3,3 milioni di euro, e i servizi (856mila euro). Gli avvisi pubblici sono rivolti alle imprese aderenti ai cinque nuovi Poli di innovazione che si stanno costituendo nell’ambito del bando approvato dalla Giunta regionale alcune settimane fa. Il bando relativo ai Confidi, trattandosi di un fondo rotativo, non ha scadenza formale, mentre i bandi per ricerca e servizi scadranno il 30 novembre 2012. «La regione Abruzzo – ha affermato Castiglione – ancora una volta, pur non disponendo di risorse endogene, sta dando ossigeno finanziario per ottimizzare le risorse che vanno a finanziare quei progetti di riforma che abbiamo iniziato quando ci siamo insediati: consorzi fidi, reti d’impresa, poli di innovazione, ricerca e servizi. Se non prepariamo il terreno ad un nuovo approccio della geografia economica industriale, la regione non sarà in grado d rispondere alle sfide europee». Dal canto suo, il presidente della Fira ha spiegato che oggi «non è solo l’Europa che chiede di dare linee di aggregazione per i Confidi, ma è soprattutto il mercato a farlo. Avere Confidi più forti – ha sottolineato – non è una scelta, ma una necessita».

Print Friendly, PDF & Email