Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, “esempio europeo di tutela ambientale”

Abruzzo, “esempio europeo di tutela ambientale”

La Regione che ha fatto della tutela del territorio e delle biodiversita’ un fattore di sviluppo ha salutato oggi i delegati europei dell’Enve, l’organismo del Comitato delle Regioni che sta svolgendo i propri lavori a Pescara e che si occupa della tutela della biodiversita’ e delle buone pratiche di gestione degli ecosistemi. I delegati europei sono stati salutati dal presidente della Regione, Gianni Chiodi, che ha parlato di “giornata importante per l’Abruzzo, se e’ vero che per la prima volta la Commissione Enve del Comitato delle Regioni tiene i propri lavori plenari al di fuori della sede istituzionale di Bruxelles”. “L’Europa e’ in Abruzzo” e’ l’evento politico piu’ importante dell’anno, in grado di posizionare la regione al centro delle politiche ambientali europee. Questa scelta e’, per Chiodi, “il giusto riconoscimento ad anni e anni di politica di tutela del territorio portata avanti dalla Regione Abruzzo. Essa rappresenta e ha rappresentato una scelta strategica per tutti i governi regionali, che hanno trasformato l’Abruzzo in uno dei territori dal punto di vista ambientale piu’ protetti in Europa”. Ed e’ con queste premesse storiche, che “l’Unione Europea – ha aggiunto Chiodi – ha voluto portare una parte autorevole e importante del proprio governo in Abruzzo, che ha fatto della tutela delle biodiversita’ una strategia di crescita e sviluppo esempio a livello internazionale”. Di “sintonia con gli impegni assunti a livello europeo per il 2020 e il 2050”, ha parlato il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, che impegnato di altro appuntamento istituzionale non ha voluto far mancare il proprio pensiero all’assemblea Enve. “Anche l’Italia – ha detto Clini ai delegati – si e’ dotata nel 2010 di una strategia nazionale per la biodiversita’ che da un alto garantisce la conservazione della biodiversita’, salvaguardia e ripristino dei servizi eco sistemici, e dall’altro vuole garantire che entro il 2020 la conservazione della biodiversita’ nelle politiche economiche, quale opportunita’ di nuova occupazione e sviluppo”. All’assemblea dell’Enve, che nella riunione di domani nominera’ il nuovo presidente, non poteva poi mancare il saluto del presidente uscente, Ilmar Reepalu. “Con la visita di questa mattina – ha sottolineato Reepalu – abbiamo potuto approfondire la strategia con cui la Regione Abruzzo ha attivato sinergie tra lo sviluppo economico regionale e la protezione della biodiversita’, un tema chiave di cui discuteremo mettendo a confronto le esperienze sviluppate qui con quelle di altre regioni europee, dalla Francia all’Estonia, all’Europa sud-orientale”.

Print Friendly, PDF & Email