Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Enel: in regione investiti 211 mln in 2012-2016

Abruzzo. Enel: in regione investiti 211 mln in 2012-2016

Nel periodo 2012-2016 l’Enel ha investito nella rete elettrica in Abruzzo 211 milioni di euro. Lo ha dichiarato il responsabile Italia Carlo Tamburi. L’investimento si è concretizzato in 160 km di linee nuove, 70 km di linee ricostruite, 205 cabine secondarie, allacciamento di 10.400 produttori (270 MW), normale manutenzione e realizzazione di due nuovi Centri Satellite. I minuti di interruzione media sono così passati da 55,4 per cliente a 44, contro l’obiettivo dell’Autorità fissato a 51,4. Per il periodo 2017-2018 sono pianificate risorse pari a 90 milioni di euro. Per quanto riguarda le Marche gli investimenti totali ammontano a 120 milioni nel periodo 2012-2016 e altri 80 sono in programma nel 2017-2018. In entrambe le regioni, inoltre, “saranno destinate ulteriori risorse a valle della ricognizione danni”

“Dal 25 gennaio – ha poi aggiunto il responsabile Italia Carlo Tamburi – tutti hanno la corrente, alcuni con qualche gruppo elettrogeno che sarà utilizzato fin quando non ci saranno le condizioni per ripristinare la rete”. L’Enel, ha quindi ribadito Tamburi, corrisponderà indennizzi aggiuntivi rispetto a quelli previsti dall’Autorità per l’energia per coprire i disagi causati dalle interruzioni che si siano prolungate per una durata superiore a quella per cui spetta l’indennizzo automatico. Le norme prevedono infatti rimborsi fino a un massimo di 300 euro: l’Enel intende cioè “eliminare questo limite, tutti i disagi anche sopra il tetto verranno ripagati”. Gli indennizzi integrativi verranno quantificati utilizzando gli stessi criteri stabiliti dall’Autorità. Per quanto riguarda invece il risarcimento danni, l’Enel “risarcirà i clienti finali che dovessero comprovare i danni subiti a seguito del protrarsi dell’interruzione o per errata manovra nel ripristino del servizio”. In ogni caso gli indennizzi “non graveranno sulle bollette perché è già previsto un accantonamento minuscolo che viene messo in un fondo esistente proprio per fronteggiare questo tipo di eventi”.

Print Friendly, PDF & Email