Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: da Banca Prossima 30mln alle organizzazioni no profit

Abruzzo: da Banca Prossima 30mln alle organizzazioni no profit

Nel quadro suggestivo del Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara i vertici di Banca Prossima, unica banca europea dedicata al nonprofit, hanno presentato oggi a oltre cento rappresentanti del Terzo Settore locale i nuovi servizi per sostenere le organizzazioni nonprofit (ONP) nelle attività di raccolta fondi ed efficientare le loro gestione: il portale Terzo Valore e la piattaforma NPmail, messa a punto dalla Fondazione FITS! Uno sguardo sulle reti del nonprofit viste dall’esperto Flaviano Zandonai.
Sempre più rilevante il ruolo di Banca Prossima al fianco delle ONP dell’area adriatica: sensibilmente aumentato il credito, arrivato a 40 milioni (+60%), per il 99,9% in bonis: un dato molto superiore alla media degli istituti di credito nazionali. I clienti sono arrivati a 1.046 (+24%), la raccolta ha raggiunto quasi 16 milioni (+32%). Nel solo Abruzzo i clienti sono quasi 500, con 30 milioni di euro di impieghi.
Il 3% delle ONP italiane ha sede in Abruzzo. Sono attivi circa 7.000 soggetti, nella gran parte associazioni, accanto a 11 diocesi e 700 parrocchie della Chiesa cattolica. I volontari abruzzesi sono più di 70.000.
Il sostegno alle nuove emergenze sociali e sanitarie al centro dell’attività di Banca Prossima, chiamata spesso a sopperire ai ritardi nei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni che mettono in difficoltà le ONP, come nel caso della struttura sociosanitaria della Cooperativa Azzurra. Tra i numerosi interventi finanziati, la realizzazione di un nuovo impianto fotovoltaico con l’Associazione Il Sole di Turri, la realizzazione di un ristorante che permette l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate con la Cooperativa La Garganta e il completamento di una nuova scuola in Etiopia con la Fondazione I Fiori del Bene Pierluigi Tozzi.

Offrire un sostegno prezioso, spesso decisivo, per lo sviluppo del Terzo Settore in Abruzzo. È il ruolo che svolge Banca Prossima, l’unica banca europea dedicata esclusivamente al nonprofit laico e religioso.
Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima, è venuto a Pescara per incontrare, al Museo delle Genti d’Abruzzo, oltre cento esponenti del Terzo Settore locale ed esporre i nuovi servizi messi a punto dalla banca per facilitare il fundraising delle organizzazioni nonprofit (ONP). Nel corso dell’incontro Flaviano Zandonai, segretario della rete degli istituti di ricerca sull’impresa sociale Iris Network e collaboratore dell’omologa rete europea EURICSE, ha spiegato come si stanno evolvendo le reti nonprofit nel nostro Paese.

Le difficoltà date dal deterioramento del quadro economico, dai tagli alla spesa sociale, dai ritardi nei pagamenti da parte delle Pubbliche Amministrazioni e dall’aumento delle tariffe postali costringono le ONP ad affrontare nuove sfide. Occorre trovare nuove fonti di finanziamento e rendere più efficiente la gestione, razionalizzando le spese e tagliando i costi non necessari.
Le risposte innovative di Banca Prossima si chiamano Terzo Valore e NPmail, nuovo servizio di spedizione messo a punto in collaborazione con la Fondazione FITS!
Terzo Valore è un portale innovativo che consente a persone e imprese di finanziare la realizzazione di un progetto nonprofit prestando direttamente denaro con la certezza della restituzione del capitale. Il meccanismo è molto semplice: ci si collega al sito www.terzovalore.com, si sceglie il progetto da finanziare, si decide l’importo – a partire da 500 euro, per un minimo di un anno – e da quel momento si diventa “banchieri sociali”, ricevendo rate semestrali di restituzione con un tasso di interesse moderato fissato dalle ONP beneficiarie. Banca Prossima si occupa della selezione dei progetti e garantisce la restituzione del capitale.
«Terzo Valore – afferma Marco Morganti – è qualcosa di nuovo nel mondo della donazione: un modo per aiutare chi produce valore sociale, senza perdere né mettere a rischio il proprio capitale. Le organizzazioni che ne beneficiano possono così diminuire radicalmente il costo dei finanziamenti, mobilitare i loro sostenitori, avere il conforto del vaglio preventivo della banca sui loro progetti».
Per sostenere gli sforzi delle ONP nel rendere più efficiente la gestione delle attività, Banca Prossima ha voluto creare FITS!, la Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore. Grazie alla collaborazione con partner eccellenti, disposti a condividere la logica del low profit ad alta efficacia sociale su cui si basa l’attività di Banca Prossima, FITS! ha progettato nuovi servizi dedicati al nonprofit a costi contenuti.
Il primo è il servizio di spedizioni postali NPmail, ideato da FITS! in collaborazione con il settimanale Vita e l’Uspi (Unione Stampa Periodica Italiana): uno strumento di grande utilità per tutte le ONP attive sul fronte del direct marketing. NPmail infatti offre un servizio di stampa e spedizione a costi contenuti: «Nei primi cinque mesi di attività del servizio – spiega Marco Morganti – le ONP partecipanti hanno spedito cinque milioni di pezzi postali, ottenendo così un risparmio di oltre 2 milioni di euro».
Banca Prossima si conferma sempre più presente al fianco del nonprofit abruzzese con quasi 500 clienti, ben distribuiti tra tutte le province, quasi 16 milioni di euro di raccolta e ben 30 milioni di euro di crediti utilizzati.
Ma la crescita di Banca Prossima riguarda tutta l’area adriatica (Abruzzo, Marche, Molise): solo quest’anno il credito concesso ha superato i 40 milioni di euro complessivi (+60% rispetto all’anno precedente). Una crescita che non ha affatto pregiudicato la qualità: al contrario, il credito problematico è appena lo 0,1% del totale, un dato inferiore alla media nazionale di Banca Prossima ma soprattutto ben inferiore a quello delle banche dedicate alle attività profit.
In forte sviluppo anche il parco clienti, cresciuto del 24% a 1.046 unità grazie soprattutto al peso delle associazioni e degli enti religiosi. In aumento anche le attività finanziarie, salite a 36,2 milioni (+24%).
Merito di un team di 11 specialisti, tutti con esperienze dirette di impegno nel Terzo Settore, e dell’utilizzo di un modello innovativo di giudizio strutturato nonprofit messo a punto da Banca Prossima per valorizzare le componenti immateriali delle ONP: è il rating sociale, che permette di ampliare di oltre il 40% l’accesso al credito delle Organizzazioni rispetto al credito “classico”.

In Italia nei suoi quattro anni di attività, Banca Prossima è cresciuta a un ritmo medio del 60% annuo, arrivando a 20.500 clienti e raggiungendo un totale di masse intermediate di oltre 2,2 miliardi di euro al netto della clientela istituzionale. Banca Prossima ha accordato credito a oltre 4.500 clienti per un totale di 1,4 miliardi di euro.
Grazie a questi risultati, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha potuto rafforzare la propria storica leadership a livello nazionale nel settore nonprofit, in cui vanta oltre 50.000 clienti.
IL NONPROFIT IN ABRUZZO: UN SETTORE DI GRANDE RILEVANZA SOCIALE
La numerosità delle attività nonprofit in Abruzzo ne fa un settore importante per il benessere sociale e l’economia. Nella regione sono presenti quasi 7.000 ONP, il 3% del totale nazionale, che però assorbono solo l’1% circa delle entrate complessive; esse sono diffuse e pressoché equamente distribuite tra le quattro province. La grande maggioranza delle organizzazioni (oltre il 90%) ha forma associativa. Le associazioni di volontariato erano circa 700 all’ultima rilevazione disponibile, i volontari sono oltre 70.000 (quasi 20.000 in Molise, oltre 140.000 nelle Marche).
La presenza della Chiesa Cattolica è rilevante: l’area abruzzese e molisana è organizzata in 11 diocesi e comprende circa 850 parrocchie e oltre 300 comunità. A questa presenza si aggiunge quella nell’area marchigiana con altre 13 diocesi, poco meno di 700 parrocchie e circa 200 comunità.
BANCA PROSSIMA AL FIANCO DELLE ECCELLENZE DEL NONPROFIT ABRUZZESE
Finanziamenti per garantire la continuità della gestione e sostegno dei nuovi progetti: sono i due principali filoni su cui si sviluppa l’attività di Banca Prossima per le ONP della regione.
I ritardi nei pagamenti della Pubblica Amministrazione mettono a grave repentaglio molte attività eccellenti, soprattutto in ambito sanitario e sociale: linee di credito, anticipo fatture e contributi sono le risposte messe a punto da Banca Prossima per garantire alle Cooperative la prosecuzione di iniziative di grande rilevanza sociale: è il caso del centro per l’assistenza sanitaria, sociale e di riabilitazione della Cooperativa Sociale Azzurra di Chieti.
Tra i progetti finanziati con il contributo di Banca Prossima ci sono il nuovo impianto del Gruppo di Acquisto Fotovoltaico formato dall’Associazione Il Sole di Turri, il ristorante tipico abruzzese che permette l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate aperto dalla Cooperativa La Garganta Lavori Solidali, e l’ultimazione di una nuova scuola in Etiopia costruita grazie alla Fondazione I Fiori del Bene Pierluigi Tozzi.
«A Pescara e in Abruzzo – conclude Marco Morganti, AD di Banca Prossima – il nonprofit e le comunità religiose sono un elemento fondamentale di coesione sociale e una speranza di progresso, in una regione che ha subito l’impatto contemporaneo della crisi economica e del terremoto aquilano, ma che ha grandi potenzialità di recupero e sviluppo sia nell’area interna che in quella costiera».

Print Friendly, PDF & Email