Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: crisi nera per occupazione, ma da ricostruzione oltre 20mila posti

Abruzzo: crisi nera per occupazione, ma da ricostruzione oltre 20mila posti

I dati Istat evidenziano, anche per l’Abruzzo, una situazione di grave sofferenza da un punto di vista occupazionale. A differenza di altre regioni, però, »abbiamo un’opportunità che dobbiamo sfruttare immediatamente: l’avvio della ricostruzione pesante dell’Aquila« dopo il terremoto del 2009: lo afferma, in una nota, il segretario generale Ugl Abruzzo, Piero Peretti, sottolineando che tale opportunità »potrà offrire lavoro a oltre 20.000 persone, non solo nel settore edile«. »Ad oggi, nessuna zona europea può contare su circa 6 miliardi di euro già stanziati e pronti per essere spesi – prosegue il sindacalista -. L’avvio della ricostruzione aquilana farà da traino al rilancio di tutta l’economia abruzzese«. Pieretti definisce di »preoccupante stagnazione« la situazione attuale: nel 2011 all’Aquila sono stati 3.400 gli operai edili in meno, con una flessione del 25% rispetto al 2010, anno in cui è stata effettuata la cosiddetta ricostruzione leggera. »Finito il commissariamento – conclude Pieretti – ci auguriamo che cessi questa assurda paralisi determinata dal continuo e sterile rimpallo di responsabilità tra amministrazioni locali e strutture commissariali. Solo allora l’intero Abruzzo potrà guardare al futuro con un pizzico di ottimismo in più«. 

Print Friendly, PDF & Email