Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Confindustria: finalmente il turismo riconosciuto industria turistica

Abruzzo. Confindustria: finalmente il turismo riconosciuto industria turistica

Ȓ epocale la svolta per il settore turismo contenuta nel documento “Posizione delle Regioni e delle Province autonome – Sull’Accordo di partenariato e sulla programmazione 2014-2020”, redatto dalle Regioni e le Province autonome con il contributo delle Associazioni di Categoria del Turismo e presentato al Ministro per la Coesione Territoriale, Carlo Trigilia, che ne ha condiviso pienamente i contenuti. “Finalmente il turismo viene riconosciuto come “industria turistica” – sostiene il Presidente di Federturismo Abruzzo Dario Colecchi – un settore identificato come trainante per il prossimo futuro, entrando di diritto a far parte dell’industria italiana. Si evince dai contenuti del documento il riconoscimento ufficiale di un ruolo fondamentale alla nostra industria finora mai legittimato dalla nascita della Repubblica Italiana. Decisivo al riguardo – continua il Presidente – l’intervento del Coordinatore delle Regioni in materia di Turismo, Mauro Di Dalmazio, che ha portato avanti con determinazione contenuti e presupposti della nuova programmazione per il settore, tra questi l’intersettorialità, la trasversalità del “turismo”, prevedendo un approccio integrato per investimenti nell’ambito di più assi prioritari a valere su diversi programmi operativi mediati dalla Regione o con accesso diretto. Il documento presentato ribadisce anche la necessità dell’adeguata rappresentanza che deve essere garantita al Turismo nei diversi ambiti tematici, quali  ricerca e innovazione; smart specialization strategy; finanza, crescita e riorganizzazione produttiva; energia e green economy; qualità e attrattività del territorio; agenda digitale e accesso alle tecnologie dell’informazione. Nel quadro della nuova programmazione – conclude Colecchi – le imprese abruzzesi saranno nettamente agevolate anche dalla nuova governance del turismo, in quanto tutti i loro fabbisogni rilevati dal Polo e dalle DMC/PMC, declinati anche in termini di ricerca, tecnologia, innovazione, saranno contenuti imprescindibili per la definizione delle specializzazioni regionali di sintesi che andranno evidenziate nella smart strategy Abruzzo”.

Print Friendly, PDF & Email