Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, Confindustria: con legge di semplificazione amministrativa 5 punti di Pil in più

Abruzzo, Confindustria: con legge di semplificazione amministrativa 5 punti di Pil in più

«I consiglieri Carlo Costantini e Ricardo Chiavaroli hanno tracciato dei passaggi cruciali, su quelle che sono le inadempienze della pubblica amministrazione». Lo ha detto questa mattina Paolo Primavera, vice presidente di Confindustria Abruzzo. «Noi partecipiamo a questo tavolo – ha aggiunto – anche perchè vogliamo migliorarla e renderla ancora più operativa . Questa proposta mi sembra abbia un buon tracciato per avviarsi verso un nuovo indirizzo, una nuova riforma. Dobbiamo dare certezze, diritti e risposte ai cittadini e alle imprese, questo lo raggiungiamo solamente se abbiamo delle leggi chiare tempi rapidi, tempi certi. Quindi, da una parte la politica deve governare e dare degli indirizzi di carattere politico alla regione, le strutture regionali devono tornare ad approvare quelli che sono i procedimenti tecnico-legislativi. Questa, io credo, sia un’azione forte, da portare avanti, da sollecitare, e questo vi posso assicurare che ad oggi servono pi— questi provvedimenti che andare a reperire fondi per fare investimenti». «Noi abbiamo una marea di procedure di finanziamenti pubblici bloccati per procedure, cavilli burocratici amministrativi, abbiamo una marea di pratiche di imprese private depositate nei cassetti delle regioni. Immaginate che cosa significa avviare una semplificazione. Vi assicuro che non abbiamo bisogno di fondi pubblici, abbiamo solamente bisogno – ha concluso il vice presidente di Confindustria Abruzzo Paolo Primavera – di rimettere in moto una macchina, che oramai Š diventata una macchina vecchia, obsoleta, che non da risposte n‚ alle imprese nè ai cittadini». Fabio Spinosa Pingue, presidente di Confindustria L’Aquila, ha aggiunto: «Con grande entusiasmo abbiamo raccolto l’invito dei consiglieri Chiavaroli e Costantini, perchè volevamo semplicemente starci, questa è, io credo, una riforma epocale. Dobbiamo avere a disposizione certezza delle regole, tempi certi, una digitalizzazione completa della regione. Questa riforma restituisce tanta fiducia e sanifica tutto il sistema sia della pubblica amministrazione che del mondo delle imprese che solo per l’entusiasmo sarà una iniezione energizzante di 4-5 punti di Pil su questa regione, e di questo sono convinto. Siamo di fronte ad una legge organica – ha concluso Fabio Spinosa Pingue -che mi auguro non resti ferma nelle sabbie mobili delle Commissioni, perch‚ l’Abruzzo ne ha davvero bisogno».

Print Friendly, PDF & Email