Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, Confindustria: azione congiunta per semplificare p.a.

Abruzzo, Confindustria: azione congiunta per semplificare p.a.

La necessità di una azione congiunta per un organico e strutturale progetto di riorganizzazione della Pubblica Amministrazione in Abruzzo è stata espressa dai rappresentanti delle OO.SS. (CGIL-CISL-UIL-UGL) e delle Associazioni di categoria intervenuti nel corso di una riunione tenutasi ieri mattina a L’Aquila, promossa dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Abruzzo.
Nel corso della riunione i rappresentanti di Confindustria Modesto Lolli (Presidente Regionale Piccola Industria di Confindustria Abruzzo), Gennaro Tornincasa (coordinatore del Progetto per la semplificazione amministrativa) e Giuseppe D’Amico (Direttore Confindustria Abruzzo), hanno illustrato un documento di proposta dal titolo “Abruzzo, Regione semplice”, teso a supportare l’avvio di una azione concreta volta a dare soluzione a quella che ormai è definita unanimemente la madre di tutti i problemi; il non corretto funzionamento delle organizzazione pubbliche.
Nel corso dell’incontro le parti hanno convenuto su quanto il funzionamento della PA influisca in modo determinante sulla stessa competitività e attrattività di un territorio, interessando servizi e procedure essenziali e importanti quali quelli connessi alla sanità, alle attività produttive, piuttosto che all’istruzione, alla formazione e ai trasporti, fino ad arrivare alle procedure autorizzatorie per le imprese o per la realizzazione di opere infrastrutturali. La PA, quindi, come indice dello stesso grado di civiltà di un territorio oltre che di efficienza economica, misurabile in Italia, in termini di costo, in circa 4.5 punti percentuali di PIL.
Peraltro, stante la situazione di grave crisi congiunturale, e la mancanza di risorse per politiche di investimento e di sviluppo, la PA è ormai una delle poche leve, se non l’unica, su cui poter agire per dare maggiore competitività e appetibilità al territorio. In tal senso, in linea con le indicazioni provenienti dal Governo nazionale, è stata rilevata l’importanza di una profonda riorganizzazione degli uffici pubblici regionali e locali, in un’ottica di efficienza e economicità, pur nel rispetto e nella completa valorizzazione delle risorse esistenti a livello di pubblico impiego.

Le Organizzazioni Imprenditoriali e dei Lavoratori hanno quindi convenuto sulla necessità di una forte e costante azione congiunta, anche di tipo culturale, che dovrà trovare un interlocutore politico, e non solo, attento alle richieste del mondo civile, aperto alle innovazioni, consapevole che comunque la razionalizzazione e la semplificazione della PA e delle procedure amministrative costituiscono un momento essenziale del processo di riforma complessivo a cui il nostro sistema, da quello nazionale a quello locale, deve necessariamente tendere per poter reggere le sfide dell’economia e, più in generale, della società contemporanea e futura.

E’ un risultato atteso da tutta la società civile, dai cittadini, dalle imprese, che quotidianamente lavorano e si impegnano per la crescita del territorio e, con essa, per la stessa coesione sociale che i processi di forte cambiamento e innovazione attuali stanno mettendo a rischio.

Per l’Abruzzo, che dopo anni di mancata crescita e di mancati investimenti si trova a fronteggiare sfide del tutto particolari come quelle connesse alla sanità e ancor di più al sisma che nel 2009 ha colpito ampi territori della regione, quello della riforma del sistema burocratico amministrativo deve essere un vero e proprio obiettivo prioritario su cui coagulare risorse ed energie affinchè la nostra regione possa divenire un vero e proprio laboratorio di efficienza amministrativa capace di dare le giuste risposte ai suoi cittadini, lavoratori e imprese e a favorire e attrarre nuovi investimenti, fino a potersi contraddistinguere, come “ABRUZZO, REGIONE SEMPLICE” .

In quest’ottica le parti hanno infine condiviso di promuovere, al rientro dalla pausa estiva, una specifica conferenza stampa in cui presentare compiutamente gli ambiti del progetto e le specifiche richieste da sottoporre alla Giunta della Regione Abruzzo.

Print Friendly, PDF & Email