Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaAbruzzo con 28 commissari e zero riforme

Abruzzo con 28 commissari e zero riforme

“Chiodi aveva annunciato i commissariamenti degli enti in attesa delle riforme di

 

settore, ma dopo due anni di immobilismo, di queste riforme non c’é traccia e l’Abruzzo continua a essere nelle mani di 28 commissari. Non era mai successo: Chiodi si renda conto che così non può continuare”: è quanto denuncia, in una nota, il segretario regionale Abruzzo del Pd, Silvio Paolucci.
“Se quella di Mascazzini è la rivoluzione meritocratica annunciata da Chiodi in campagna elettorale, il risultato è un clamoroso fallimento, altro che sfortuna – dice Paolucci -.
L’arroganza di Chiodi e la totale assenza di notizie sulle riforme di settore stanno privando gli abruzzesi di una classe dirigente adeguata e nel pieno delle sue funzioni. Chiodi si presenta ai cittadini con una Giunta dimezzata, una maggioranza in preda a una guerra per bande, tutti i settori bloccati e i vertici degli enti affidati a commissari chiamati a esercitare poteri senza controlli. Ci dica – conclude il segretario del Pd – che fine hanno fatto le riforme degli enti e faccia uscire subito l’Abruzzo dalla logica commissariale, che sta producendo solo danni. Si dia agli abruzzesi la dignità di un governo regionale sano e di una macchina amministrativa funzionante”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi