Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzo, artigianato: crescono aziende gioielli

Abruzzo, artigianato: crescono aziende gioielli

 

Oltre 250 aziende orbitano nel settore della fabbricazione e lavorazione dei gioielli in Abruzzo con un incremento rispetto al 2010 dell’1,6% ed un peso nazionale del 2%. Delle 250 unità, 197 si occupano della fabbricazione di gioielli e oreficeria,

51 orbitano nella fabbricazione di prodotti di bigiotteria e 4 sono impegnate in altre aree connesse al settore. Disaggregando il dato a livello provinciale, Chieti annovera all’interno del suo tessuto imprenditoriale 68 aziende attive nella fabbricazione di oggetti di gioielleria e oreficeria, 19 nell’ambito della bigiotteria , 3 in altri settori per un totale di 90 unità, 1,1% in più rispetto al 2010. 75 aziende aquilane orbitano nel settore dei gioielli, di queste 67 hanno il proprio core business nell’oreficeria e le restanti 8 nella bigiotteria registrando una flessione negativa dell’intera provincia a -1,3% rispetto al 2010. performance decisamente in ascesa per la provincia di Pescara, +7,7 rispetto al 2010 con 56 aziende in attivo, 38 delle quali fabbricano prodotti di oreficeria, 17 di bigiotteria 1 orbita in altri settori. Situazione invariata in termini di crescita percentuale rispetto al 2010 per Teramo. La città ha al suo interno 31 aziende che si occupano di gioielli, 24 delle quali fabbricano gioielli in oro, 7 producono bigiotteria. Questo quanto emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati registro imprese al II trim. 2010 e 2011, i cui dati per l’Abruzzo sono stati elaborati dall’Agenzia Giornalistica AV Notizie. A livello nazionale, Oltre 12 mila e 500 imprese nel settore a livello nazionale, più di 2.800 quelle attive nella bigiotteria che si concentrano tra Lazio e Lombardia. Tra le province, per numero di imprese di bigiotteria, prima Roma (565), seguita da Milano (270), Firenze (153), Venezia (114), Torino (93) e Napoli (91). Per i preziosi la capitale è Arezzo (1263 imprese), seguita da Alessandria (951), Vicenza (719), Roma (634), Napoli (569) e Milano (495). Emerge da un’ elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al secondo trimestre 2011 e 2010.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi