Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Approvata la legge regionale sui consorzi di bonifica

Abruzzo. Approvata la legge regionale sui consorzi di bonifica

Nella seduta odierna del Consiglio Regionale è stato approvato il Progetto di legge n. 466/2012: Modifiche e integrazioni alla legge regionale 7 giugno 1996 n. 36 (Adeguamento funzionale, riordino e norme per il risanamento dei Consorzi di Bonifica) che assegna nuovi compiti in materia ambientale a difesa del territorio e delle acque, ad eccezione di quella potabile. Ad annunciarlo è il Consigliere regionale Antonio Prospero (Rialzati Abruzzo), presidente della III Commissione consiliare agricoltura. “Questa legge – spiega Prospero – consentirà ai Consorzi di bonifica di svolgere ulteriori funzioni che permetteranno di offrire più servizi al cittadino e, al tempo stesso, garantirà agli amministratori e, dunque alle strutture amministrative, di avere maggiori introiti che daranno tranquillità agli attuali dipendenti e consentiranno di investire in nuove infrastrutture”.

Consorzi di bonifica, Coldiretti soddisfatta per approvazione legge di riordino

La Coldiretti Abruzzo esprime soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio Regionale, nella seduta di oggi, del disegno di legge di riordino dei consorzi di bonifica. Il provvedimento, licenziato dalla terza commissione consiliare, prevede nuovi importanti compiti per gli attuali consorzi di Bonifica, che potranno così svolgere a vantaggio di tutta la collettività nuove funzioni in materia di difesa del suolo, tutela e sfruttamento delle risorse idriche e tutela ambientale. In particolare i Consorzi, oltre alle attività previste dalla attuale legge regionale n.36/96, potranno assicurare la difesa del suolo mediante la realizzazione di interventi strutturali di riqualificazione e manutenzione della rete idraulica e idrogeologica, lavori di adeguamento e ristrutturazione dei torrenti e dei canali, ripristino delle frane, opere di contenimento delle piene dei fiumi. Molto importante è inoltre la possibilità da parte dei Consorzi di soddisfare le sempre maggiori esigenze idriche da parte della colletività in quanto, grazie all’abbondante disponibilità di acqua non potabile, attraverso la rete duale si potrà ridurre il consumo di quella potabile potendo far fronte alle richieste dei maggiori centri urbani. Inoltre, i Consorzi di Bonifica potranno realizzare interventi di bonifica e di recupero dei siti inquinati ed effettuare interventi di rimozione ed eventuale avvio al recupero dei rifiuti abbandonati sulle sponde dei fiumi e di servizio e monitoraggio per contenere il fenomeno di abbandono dei rifiuti sulle aree incustodite. <<Una norma>> evidenzia Coldiretti <che riafferma in modo deciso l’importanza dei consorzi di bonifica quali fondamentali striumenti a vantaggio di tutta la collettività e non solo delle imprese agricole>>.

Print Friendly, PDF & Email