Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzo: al via tavoli per accorpamento comuni

Abruzzo: al via tavoli per accorpamento comuni

 

L’avvio del processo di riforme istituzionali è stato al centro di un confronto che l’assessore al ramo, Carlo Masci, ha aperto con sindaci e amministratori dei Comuni abruzzesi.

Quello odierno è stato il primo dei quattro incontri programmati con tutte le realtà territoriali regionali in vista del prossimo 17 novembre. Entro tale data la Regione dovrà individuare i limiti demografici per la costituzione delle Unioni municipali, le associazioni tra Comuni con meno di mille abitanti, per la gestione di alcuni servizi fondamentali. Un obbligo che discende dalla legge 148 del 13 agosto 2011 recante misure urgenti per la Stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo. «L’architettura istituzionale che finora ha guidato le amministrazioni pubbliche – ha affermato l’assessore Masci – si sta trasformando velocemente soprattutto per i piccoli Comuni che dovranno svolgere le funzioni fondamentali in forma associata se inferiori a mille abitanti ed anche alcune funzioni non fondamentali sempre in forma associata se inferiori a cinquemila abitanti. Alla Regione – ha continuato l’assessore – spetta il compito di reggere le fila di questo importante processo poichè è il soggetto istituzionalmente deputato a verificare tutte le situazioni normative cogenti sul territorio. Tuttavia, le decisioni che andremo ad assumere – ha sottolineato Masci – saranno il frutto di un confronto continuo con il mondo dei piccoli Comuni. Infatti, la nuova realtà amministrativa ed istituzionale che emergerà alla fine dovrà essere il più possibile aderente alle esigenze dei nostri territori». L’assessore Masci ha parlato, a tal proposito, di «un lavoro complesso che viene portato avanti grazie all’impegno degli uffici dell’assessorato e attraverso un dialogo sereno e costante con tutte le municipalità. Si sta lavorando, in sostanza, – ha concluso – per ottimizzare i servizi da fornire in forma associata perseguendo, al tempo stesso, il massimo risparmio possibile e la migliore qualità»

Print Friendly, PDF & Email

Condividi