Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Agricoltura, prestito di conduzione: finanziamento di 750 mila euro da Regione

Abruzzo. Agricoltura, prestito di conduzione: finanziamento di 750 mila euro da Regione

In attesa dell’approvazione del nuovo Regolamento in materia di aiuti in “de minimis” (che scade il 31/12/2013) l’assessore alle Politiche agricole, Mauro Febbo, si e’ impegnato affinche’ la Regione adottasse un provvedimento specifico per il prestito di conduzione. Nel corso dell’ultima seduta infatti, la Giunta regionale ha approvato una delibera, proposta dall’assessore Febbo, per la concessione di contributi in regime “de minimis” per l’anno 2014, attuabile fino al 30 giugno, e di destinare al Programma un finanziamento di 750 mila euro. “La Regione Abruzzo – spiega Febbo – alla luce della grave crisi economica che sta interessando tutti i settori produttivi, non risparmiando neppure il comparto agricolo, intende intervenire nella concessione di contributi, in regime “de minimis”, in conto interessi, sui prestiti a breve termine contratti dalle imprese agricole, per le necessita’ legate all’anticipazione delle spese per la conduzione aziendale fino alla vendita dei prodotti. L’intervento economico regionale – prosegue Febbo – serve a migliorare le condizioni di accesso al credito di conduzione, sotto forma di conto interessi, ed e’ a favore delle imprese agricole attive nella produzione primaria di prodotti agricoli e di quelle attive nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Su queste importanti tematiche – aggiunge ancora l’assessore – determinanti per il futuro delle nostre imprese agricole, mi ero gia’ attivato da tempo in tutte le sedi, compresa la Commissione Politiche agricole dove siamo stati l’unica Regione a fare inserire nell’Odg il prestito di conduzione, per sollecitare l’approvazione del nuovo regolamento comunitario. In attesa di questo, pero’, era necessario dare un sostegno concreto alle aziende e si e’ deciso, rispettando gli impegni presi in prima persona, di adottare questa importante misura in quanto alla scadenza prevista del 31 dicembre 2013 sarebbe venuta meno la base giuridica per la concessione delle agevolazioni, per l’anno 2014, per alcune azioni quali il Prestito di Conduzione a tasso agevolato. L’auspicio e’ che il Governo possa attivarsi, al fine di poter dare certezze alle imprese agricole e a quelle operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, affinche’ si arrivi in tempi brevi alla conclusione dell’iter. Ho inoltre sollecitato il ministro De Girolamo – conclude Febbo – affinche’ ponga in essere una forte iniziativa nella sede negoziale comunitaria per l’elevazione della attuale soglia del “de minimis” agricolo, considerato che nel corso della passata programmazione si e’ evidenziata la scarsa incisivita’ di una formula basata su un sistema di erogazioni polverizzate e di limitato impatto sulla competitivita’ delle imprese. Una soluzione valida ed accettabile potrebbe essere rappresentata dall’innalzamento della soglia triennale dagli attuali 7.500 euro a 50 mila euro, anche al fine di ridurre il dislivello del massimale tra le imprese del settore agricolo e quelle degli altri settori”.

Print Friendly, PDF & Email