Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, agricoltura: da governo no accordo Ue-Marocco

Abruzzo, agricoltura: da governo no accordo Ue-Marocco

“Le modifiche approvate durante i lavori al Senato costituiscono un tassello fondamentale per la revisione dell’Accordo Marocco-UE con l’introduzione di elementi perequativi di natura economica e fitosanitaria, a tutela degli agricoltori e dei pescatori”. Questo il commento positivo dell’assessore alle Politiche agricole Mauro Febbo. “Il Patto – precisa Febbo – prevedeva la liberalizzazione reciproca dei prodotti agricoli e ittici, a danno degli agricoltori che si sarebbero visti invadere il proprio mercato da prodotti che non devono rispettare le stesse norme di tutela dei consumatori esistenti in Italia. Gia’ nello scorso mese di febbraio – continua Febbo – avevamo sollevato tale problematica nel Tavolo tecnico della Conferenza Stato-Regioni. Inoltre, non bisogna dimenticare l’incontro che il sottoscritto aveva avuto con i rappresentanti del ‘Movimento dei forconi’, durante il blocco del Casello autostradale di Pratola Peligna, nel corso del quale era stata sollevata anche questa delicata questione. Un argomento all’ordine del giorno anche del Tavolo Verde regionale nel corso del quale ci si era confrontati con le 4 organizzazione professionali: Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri. Il Governo con tali modifiche – rimarca Febbo – non potendo ignorare la presa di posizione del mondo agricolo, si e’ impegnato ad assumere iniziative per salvaguardare i diritti degli agricoltori e il rispetto delle norme in materia di sicurezza alimentare, con particolare riferimento all’ambito delle garanzie sanitarie e fitosanitarie; ad assicurare, attraverso controlli doganali sui prodotti agricoli, l’equilibrio del sistema agricolo e a prendere misure che tutelino la produzione nazionale di qualita’ e consentano alla stessa un miglior accesso ai mercati internazionali. Pertanto – conclude Febbo – sono soddisfatto di questo risultato poiche’ tale modifiche sono vicine al lavoro del Marchio Abruzzo che abbiamo gia’ approvato nella nostra Regione e per garantire ancora’ di piu’ la qualita’ e la specificita’ dei nostri prodotti made Abruzzo in tutto il mondo”. 

Dall’Abruzzo under 30 si incontrano a Roma per l’assemblea dei Giovani Coldiretti
Partirà giovedì 17 maggio all’alba la delegazione di giovani imprenditori agricoli abruzzesi che parteciperà all’assemblea nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, dal titolo: “Giovani per l’Italia” che si svolgerà nell’auditorium Parco della musica di Roma. Decine di agricoltori al di sotto dei trent’anni provenienti da tutta la regione si sono dati appuntamento nella sede regionale di Coldiretti Abruzzo in via Po a San Giovanni Teatino per partire alla volta di Roma e vivere personalmente la grande assise nazionale del movimento giovanile di Coldiretti che vuole affermare la necessità di puntare sul ricambio generazionale per rinnovare e rilanciare il  Paese. Un appuntamento che per dimensioni, caratteristiche ed età dei partecipanti è un momento storico negli anni della crisi e della disoccupazione giovanile che ha raggiunto il livello record del 36 per cento. <> spiega Ilse De Matteis, delegata regionale dell’Abruzzo di Giovani Impresa e vice delegata nazionale <>. In proposito, va detto che in Italia l’agricoltura fa segnare in controtendenza per il secondo trimestre consecutivo un segno positivo nell’andamento congiunturale del Pil per effetto dell’aumento del 7 per cento nel valore delle esportazioni di prodotti agroalimentari che è risultato addirittura superiore a quello delle auto. Il valore delle spedizioni all’estero di prodotti agroalimentari Made in Italy – sottolinea la Coldiretti – ha oltrepassato per la prima volta i 30 miliardi, un importo superiore alla voce autovetture, rimorchi e semirimorchi ferma a 25 miliardi nel 2011.

Print Friendly, PDF & Email