Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Agricoltura: che fine hanno fatto i bandi del Programma di Sviluppo Rurale?

Abruzzo. Agricoltura: che fine hanno fatto i bandi del Programma di Sviluppo Rurale?

“Dopo due mesi dall’approvazione da parte della Commissione Europea il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, mancano all’appello atti fondamentali per poterne attivare l’esecutività.”

A scriverlo è il presidente regionale della Confederazione italiana agricoltura Mauro Di Zio che si rivolge all’assessore regionale Dino Pepe, denuciando “ritardi non più giustificabili nell’attivazione dei primi bandi del Psr.” A mancare all’appello sono: “il cronoprogramma di uscita, per consentire alle aziende di programmare per tempo la loro intenzione, gli atti tecnici necessari per la redazione delle domande, e l’attribuzione dei punteggi, l’operatività di connessione con l’Agea per la presentazione delle domande”. Di Zio chiede che si accelerino immediatamente i bandi della Misura 611, riservata agli agricoltori under 40 che, qualora si ritardasse ancora, rischierebbero di perdere il requisito legato proprio all’età anagrafica.

I consiglieri regionali di Forza Italia Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri commentano: “Questa situazione di stallo è figlia di una gestione poco attenta alle esigenze del comparto primario dove oggi regna ancora molta confusione sia tra il personale della sede centrale sia tra i tecnici delle sedi periferiche. Dopo due anni è ancora in corso la ristrutturazione, con continui trasferimenti, della Direzione Politiche agricole che, come abbiamo evidenziato più volte già in altre occasioni, sta causando enormi rallentamenti sulla nuova programmazione mentre il mondo agricolo aspetta con ansia i primi importanti bandi soprattutto quello dei giovani che intendono insediarsi nel settore primario dell’agricoltura”.

Print Friendly, PDF & Email