Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Agricoltura, 14 milioni di euro per l’imboschimento

Abruzzo. Agricoltura, 14 milioni di euro per l’imboschimento

Su proposta dell’assessore alle Politiche Agricole, Mauro Febbo, e’ stata disposta la graduatoria regionale definitiva del bando del Programma di Sviluppo Rurale per l’imboschimento dei terreni agricoli, in attuazione della Misura 2.2.1. “Concluso definitivamente l’iter – spiega l’assessore – per la predisposizione della graduatoria definitiva, sono disponibili circa 14 milioni di euro (circa 7 milioni per gli interventi immediati e i restanti da destinare nel corso dei prossimi anni alla manutenzione e al mancato reddito), per la costituzione di boschi permanenti e di impianti di arboricoltura da legno su terreni agricoli che andranno a finanziare 333 progetti in tutta la regione. I beneficiari dei finanziamenti possono immediatamente procedere all’insediamento degli impianti”. Secondo l’assessore il provvedimento “e’ una risposta alle aspettative degli operatori inerenti le attivita’ forestali delle zone interne”. Sono tre le tipologie di intervento ammesse ai benefici: la realizzazione di impianti con funzioni prettamente ambientali, la piantumazione di alberi da legno e la messa in opera di impianti per la produzione di tartufi. L’intervento si prefigge il miglioramento dell’ambiente e del paesaggio nelle zone con modelli di agricoltura specializzata, il mantenimento dei presidi aziendali attraverso la diversificazione delle attivita’ e dei sistemi di utilizzazione dei suoli agrari, nelle zone rurali della collina interna e della montagna abruzzese, dove il rischio maggiore, e’ quello dell’abbandono definitivo dell’attivita’ con gravi conseguenze sociali ed ambientali”. “L’obiettivo della Regione Abruzzo – ha quindi concluso Febbo – e’ quello di contribuire al miglioramento del paesaggio e della funzionalita’ degli ecosistemi attraverso la ricostituzione di reti ecologiche e contribuire alla protezione dell’ambiente e alla prevenzione delle avversita’ ambientali, con particolare attenzione alla attenuazione del cambiamento climatico”.

Print Friendly, PDF & Email