Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: ad Ecotur 150 espositori

Abruzzo: ad Ecotur 150 espositori

Tour operator provenienti da 13 Paesi europei, operatori provenienti da 18 regioni italiane, oltre 150 espositori che arriveranno da tutto il Paese e, per la prima volta, 30 produttori di vino del medio adriatico: sono solo alcuni dei numeri di Ecotur 2012, la borsa e fiera internazionale del turismo natura, che si svolgerà dal 13 al 15 aprile nella sede della Camera di Commercio, a Chieti. L’iniziativa è stata presentata stamani, nel corso di una conferenza stampa nella sede della Regione a Pescara. Presenti, tra gli altri, l’assessore al Turismo e vicepresidente dell’Enit (Agenzia Nazionale Turismo), Mauro Di Dalmazio, e il presidente di Ecotur, Enzo Giammarino. Al centro della tre giorni, come sempre, ci sarà il ‘turismo naturà, settore che lascia sul territorio circa il 90% del fatturato prodotto e che, anche nei mesi più duri della crisi, ha mantenuto un ritmo di crescita importante. Le cifre verranno illustrate il 14 aprile, con la presentazione del nono Rapporto Ecotur sul Turismo Natura, la ricerca scientifica, condotta da Istat, Enit, Università dell’Aquila ed Ecotur, che censisce ogni anno numeri, fatturato, tendenze e preferenze dei turisti che scelgono la natura. Tante le iniziative in programma, con l’obiettivo di fornire a chi vive nel mondo del turismo strumenti preziosi per intercettare nuovi flussi di mercato in tempi adeguati. Spiccano, tra l’altro, l’approfondimento sulle tecniche di accoglienza dei clienti cinesi e quello sul lavoro con i mercati scandinavi. Novità importante dell’edizione 2012 sarà l«’Ecotur Wine Festival», cioè un ‘Salone dei vinì che ospiterà 30 cantine del medio adriatico. «I dati in nostro possesso – ha affermato Di Dalmazio – dimostrano che la capacità attrattiva della nostra regione è potenzialmente straordinaria. Bisogna lavorare su progetti in collaborazione con i Parchi, concentrandosi sulla creazione di servizi e sull’aumento della ricettività». Le attività e le iniziative promosse fino ad ora, secondo l’assessore, «si ricollegano alla nostra caratterizzazione, non soltanto in un’ottica naturalistica, ma in una logica di ritorno alla vacanza genuina. Il fatto che la fiera si tenga in Abruzzo consolida e rafforza tale caratterizzazione. Il prodotto ce l’Abbiamo – ha sottolineato Di Dalmazio -, ora dobbiamo strutturarlo: sarà questo il compito delle istituzioni e degli operatori». Sottolineando che «con i nostri parchi, pur mantenendo un elevato livello di protezione, siamo riusciti ad esprimere numeri importanti», Giammarino ha affermato che «l’Abruzzo è la regione che per prima ha capito come a questa protezione dovevano essere affiancate logiche di business».

Print Friendly, PDF & Email