Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo. Accordo con Creditfidi: arriva un nuovo modo per fare Confidi

Abruzzo. Accordo con Creditfidi: arriva un nuovo modo per fare Confidi

Arriva in Abruzzo Confidi Systema!, un intermediario vigilato da Banca d’Italia, nato a Milano il primo gennaio 2016 come emanazione diretta delle tre grandi associazioni di categoria Confartigianato, Confindustria e Confagricoltura e dalla fusione di cinque confidi lombardi. Opererà in Abruzzo e Molise grazie ad un accordo di collaborazione sottoscritto con Creditfidi, il Consorzio Fidi di Confartigianato Imprese Chieti.

Oltre 1 miliardo di euro di finanziamenti erogati nel solo anno 2016 ed un indice di solidità del 23,15% al 31 dicembre dello scorso anno collocano Confidi Systema! tra i Confidi più grandi e patrimonializzati in Italia. Un Consorzio efficace ed efficiente per servire al meglio le imprese con prodotti all’avanguardia.

Creditfidi potrà vantare di offrire sul territorio abruzzese garanzie a prima richiesta, nella misura massima dell’80% dell’importo richiesto, con possibilità di ottenere prefinanziamenti del 90% direttamente da Confidi Systema! in soli 15 giorni, oltre ad una gamma di 70 convenzioni bancarie per soddisfare ogni tipologia di necessità.

“In un momento di persistente stretta creditizia – afferma Daniele Giangiulli, Direttore Generale di Creditfidi e di Confartigianato Imprese Chieti – riusciamo a garantire alle imprese abruzzesi le migliori opportunità per pianificare correttamente esigenze finanziarie con rapidità e costi di accesso alla garanzia di gran lunga inferiori ai principali competitors esistenti sulla piazza”.

Spiega Andrea Bianchi, Direttore Generale di Confidi Systema!: “Come Confidi fondiamo la nostra azione sui valori della solidità finanziaria, competenza professionale e sul presidio del territorio, che ricerchiamo valorizzando le partnership con le associazioni locali, come Confartigianato Chieti e Creditfidi. Insieme siamo parte attiva per creare un ambiente favorevole alle imprese, facilitare concretamente il loro accesso al credito dando spazio a nuove opportunità di crescita.”

Print Friendly, PDF & Email