Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, 9mln di € per le start up

Abruzzo, 9mln di € per le start up

Sarà disponibile a breve il bando che la Regione Abruzzo sta organizzando e che metterà a disposizione delle imprese innovative 9 milioni di euro.

Il fondo viene messo a disposizione con l’obiettivo di sostenere progetti di innovazione di processo/servizio e di prodotto.

Un bando che riguarderà sia le imprese esistenti, da almeno quattrro anni, che quelle che nasceranno. L’innovatività proposta deve essere esplicitata nel bussiness plan, le imprese dovranno cioè dimostrare che svilupperanno prodotti, servizi o processi, tecnologicamente nuovi o sensibilmente migliorati rispetto allo stato dell’arte nel settore interessato.

La Regione Abruzzo entrerà, come soggetto gestore (Fira), nel capitale sociale delle imprese e manterrà la partecipazione fino a 5 anni. Il bando recepisce il decreto sviluppo bis convertito dalla legge 221/2012 che definisce la start up innovativa e l’incubatore certificato di start up.

“Il bando – come ha spiegato l’assessore allo Sviluppo Alfredo Castiglione- sarà completamente finanziato dai fondi strutturali, premierà le imprese che si candideranno con i migliori progetti che apportino innovazione tecnologica, che permetta di individuare un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo, in settori sia innovativi che tradizionali e che garantiscano la creazione di nuova occupazione”. 

Per partecipare al bando tutte le imprese, già esistenti o nuove, devono iscriversi in un apposito registro delle imprese delle Camere di Commercio entro il 16 febbraio 2013.

La legge nazionale prevede altri requisiti: la sede principali deve essere in Italia; a partire dal secondo anno di attività il bilancio della società non deve essere superiore a 5 milioni; non distribuisce e non ha distribuito utili; ha quale oggetto esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione, e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico; non è stata costituita da una fusione, da una scissione societaria o in seguito di cessione di azienda o di ramo d’azienda.

Inoltre le spese di ricerca e sviluppo devono essere uguali o superiore al 20 per cento del maggiore valore fra costo e valore totale della produzione della start-up innovativa.

 

Print Friendly, PDF & Email