Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: 40mln per edilizia residenziale pubblica

Abruzzo: 40mln per edilizia residenziale pubblica

«Riparte un ciclo virtuoso per l’Edilizia Residenziale Pubblica». Così l’assessore regionale ai lavori pubblici, Angelo Di Paolo, nel comunicare che su sua proposta sono stati assegnati i fondi per eliminare il fenomeno delle occupazioni senza titolo a seguito del rifinanziamento della legge regionale sulla Lotta all’abusivismo nell’edilizia residenziale pubblica. L’assessore Di Paolo ha reso noto che è stato ripartito il Fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione ed è stato ripristinato il flusso finanziario per favorire interventi sul superamento delle barriere architettoniche da parte dei privati cittadini. Inoltre, l’opera di stimolo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha determinato l’approvazione da parte del CIPE del Programma Coordinato regionale, relativo al Piano Nazionale di Edilizia Abitativa, in base al quale sarà possibile sottoscrivere gli Accordi di Programma che innescano la costruzione di circa 183 alloggi di edilizia residenziale pubblica. Di Paolo: «Finalmente, dopo procedure complesse, gli interventi nell’Edilizia Residenziale Pubblica cominciano a prendere forma attraverso fasi concrete». «Con queste iniziative, infatti, si può dare una prima risposta reale alle esigenze abitative del territorio e dei cittadini e tutto ciò nonostante le sopraggiunte difficoltà economiche di bilancio». Secondo l’assessore ai lavori pubblici, è necessario pensare non solo a costruire, ma anche a definire azioni a lungo termine che ripristinino la legalità e la sicurezza nei quartieri popolari contribuendo a creare processi di integrazione sociale e di rispetto delle regole. «Il ciclo virtuoso proseguirà trovando un ulteriore sostegno finanziario con l’imminente programmazione delle risorse del PAR-FAS assegnate all’Assessorato ai LL.PP. per l’edilizia sociale e gli edifici comunali di circa 40 milioni di euro, con i quali saranno attuati su tutta la Regione anche interventi che prevedono la messa in sicurezza sismica degli edifici».

Print Friendly, PDF & Email