Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaAbruzzo: 34 mln per rete stradale e autostradale

Abruzzo: 34 mln per rete stradale e autostradale

Il presidente dell’Anas Pietro Ciucci, ha tracciato un bilancio sulla presenza dell’Anas nella regione Abruzzo, dove gestisce una rete stradale e autostradale di 1.000 km.

 

L’Abruzzo è una delle regioni nelle quali l’Anas ha in corso numerosi investimenti dedicati sia alle nuove costruzioni che alle attività di manutenzione: gli investimenti già in corso nella regione ammontano a circa 200 milioni di euro, mentre quelli di prossimo avvio valgono complessivamente 34 milioni.
L’Anas ha inoltre già inserito nei propri programmi ulteriori investimenti per oltre un miliardo di euro. Per quanto riguarda la manutenzione, negli ultimi cinque anni sono stati ultimati interventi per oltre 60 milioni di euro, mentre attualmente tra lavori in corso e di prossimo avvio si raggiunge un importo di oltre 100 milioni di euro.
Gli interventi in corso e di prossimo avvio nella Regione interessano oltre 25 km di strade (escluso il tratto stradale che si inaugura oggi).
Sulla ss 652, i lavori di costruzione del tratto compreso tra la stazione Gamberale (Chieti) e la stazione di Civitaluparella (Chieti), che hanno raggiunto un avanzamento del 77% per un importo lavori di oltre 30 milioni di euro, sono stati parzialmente sospesi a causa di un rilevante dissesto geologico che ha interessato il versante di imbocco della galleria. Lo studio delle cause e il monitoraggio del versante è stato prontamente avviato e consentirà di definire, entro la prossima estate la variante necessaria per il completamento dei lavori.
Va aggiunto, inoltre, l’intervento sulla ss 584 di Lucoli (L’Aquila) che riguarda il collegamento tra l’Altopiano delle Rocche, Campo Felice e Rocca di Cambio (L’Aquila). I lavori hanno un importo complessivo di quasi 25 milioni di euro e l’avanzamento ha raggiunto il 29%. Un procedimento amministrativo nei confronti dell’appaltatore ha costretto alla sospensione dei lavori. Entro un anno a partire dalla ripresa dei lavori l’intervento potrà essere ultimato.
Sulla ss 81 ‘Piceno Aprutina’ proseguono i lavori di costruzione del tronco Guardiagrele-Chieti che hanno raggiunto una produzione del 90%. L’importo complessivo dell’intervento è di oltre 11 milioni di euro e l’ultimazione definitiva è prevista per il prossimo aprile 2011. Sulla ss 17 dell’Appennino Abruzzese e Appulo-Sannitico proseguono i lavori relativi alla variante dell’Aquila, secondo lotto e, in particolare, il raccordo tra la strada consortile Mausonia e la ss 17 ter. L’intervento ha un importo complessivo lavori di oltre 20 milioni di euro.
Tra le altre opere in corso, sulla ss 16 ‘Adriatica’, proseguono i lavori di realizzazione del nuovo svincolo alla variante di Pescara in località via Tirino che hanno un importo complessivo di quasi 5 milioni di euro ed un avanzamento del 30%. Per entrambi questi ultimi interventi, l’apertura al traffico è prevista entro i primi mesi del prossimo anno.
Tra le opere di imminente avvio, sulla ss 81 Piceno-Aprutina, vi è l’intervento di ammodernamento della sede stradale nel tratto Villa Lempa-Variante alla ss 80, per un importo complessivo lavori di quasi 18 milioni di euro. Tra le opere programmate nel teramano, Anas ha compreso il completamento dell’ammodernamento della ss 80 tra la A14 e la SS 16 (IV lotto) con un importo previsto di circa 65 milioni di euro. Il progetto nella fase preliminare dovrà essere sottoposto alle procedure di legge obiettivo per il finanziamento.Inoltre, per quanto riguarda la rete autostradale in concessione, sono in corso investimenti per oltre 173 milioni di euro. I principali interventi riguardano l’A24 e A25 dove proseguono i lavori di adeguamento degli impianti delle gallerie alla normativa vigente e i lavori sulle opere d’arte. Proseguono anche i lavori allo svincolo di Giulianova, sulla A14. Sono in corso, infine, i lavori di progettazione e costruzione della seconda carreggiata, dal km 0 al km 5,4 del tronco Villa Vomano-Teramo per un importo di oltre 21 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi